Dalla rassegna stampa Cronaca

Paura per Nichi Vendola, operato al cuore d’urgenza

l’ex presidente della Puglia è fuori pericolo. I messaggi di auguri di colleghi e avversari politici

Paura per Nichi Vendola, operato al cuore d’urgenza

Roma, l’ex presidente della Puglia è fuori pericolo. I messaggi di auguri di colleghi e avversari politici

Rinaldo Frignani

ROMA Per due giorni tutto è rimasto riservato. Tanto da far pensare a un quadro iniziale più grave. Poi ieri la notizia del malore e il sospiro di sollievo: Nichi Vendola, ex governatore della Puglia, già presidente di Sinistra Ecologia e Libertà, ha avuto un infarto mentre si trovava lunedì mattina a Montecitorio, ma è fuori pericolo. Un forte dolore al torace in Transatlantico, preceduto qualche ora prima, nella notte, da avvisaglie quando era a casa, che non gli avevano impedito comunque di cominciare la giornata politica.

Vendola è stato visitato nell’ambulatorio di Montecitorio, poi trasferito d’urgenza al Policlinico Gemelli dove è stato operato dal professor Antonio Rebuzzi, direttore dell’Unità intensiva cardiologica, per l’applicazione di uno stent. Non è escluso che possa essere necessario impiantarne un altro, ma le condizioni dell’ex governatore, ricoverato in terapia intensiva, sono nel frattempo migliorate e non destano preoccupazioni. L’ex deputato di Rifondazione comunista, fondatore dell’Arcigay, da un anno unito civilmente con Eddy Testa, grafico freelance e creative consultant, e con lui genitore di un bimbo di 2 anni, Tobia, rimane tuttavia in osservazione.

Il malore che ha colpito Vendola è diventato di dominio pubblico solo ieri pomeriggio. Tanti i messaggi di vicinanza di amici, compagni di partito e avversari politici.

«Forza Nichi, la Puglia è con te», ha scritto il vice presidente del Consiglio regionale Peppino Longo, mentre il segretario nazionale di Sinistra italiana Nicola Fratoianni ha twittato: «A Nichi un grandissimo abbraccio. E l’augurio di tornare al più presto a casa con Ed e Tobia. E poi al lavoro con tutti e tutte noi». Messaggi d’affetto poi dagli ex presidenti di Camera e Senato, ora esponenti di Leu, Laura Boldrini e Pietro Grasso, come anche dal deputato dem Ubaldo Pagano che ha sottolineato come «Vendola è parte della storia politica pugliese e penso che tutti i pugliesi si siano presi un bello spavento alla notizia del suo ricovero in terapia intensiva. Ecco perché aver saputo che non sia in pericolo di vita ci ha fatto tirare un sospiro di sollievo».

Dal centrodestra frasi di stima e di incoraggiamento. «Siamo sempre stati su schieramenti politici opposti — ha twittato il capogruppo di Forza Italia alla Camera Mariastella Gelmini —, ci siamo scontrati anche aspramente sulle idee e sui valori. Ma ho appreso con dispiacere la notizia del malore di Nichi Vendola. Gli faccio un grande in bocca al lupo e gli auguro una pronta e completa guarigione». E il vice presidente del Senato ed esponente di spicco della Lega Roberto Calderoli ha definito Vendola un «avversario politico che rispetto e stimo pur non condividendo nulla delle sue idee o proposte. Torna presto in battaglia Nichi, ti aspettiamo per criticarti come abbiamo sempre fatto, senza sconti».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.