Dalla rassegna stampa Cinema

Ryan Reynolds: esploro la bisessualità di «Deadpool»

Ryan Reynolds: esploro la bisessualità di «Deadpool»

Laura Zangarini

Ryan Reynolds spera che l’universo di Deadpool, il supereroe Marvel creato da Fabian Nicieza e Rob Liefeld, possa contenere più personaggi LGBTQ. A dirlo è stato lo stesso attore durante un panel del Comic-Con di sabato a San Diego. In particolare, Reynolds si augura che proprio il supereroe protagonista e il suo alter-ego Wade Wilson, che si autodefinisce «pansessuale», possano in futuro mostrare questo lato di se stessi: «Di certo credo che questo universo debba rappresentare e riflettere il mondo in modi molto reali», ha risposto quando un fan gli ha chiesto se in futuro ci saranno personaggi gay o bisex nella saga. «La cosa bella di Deadpool è che abbiamo la possibilità di fare cose che agli altri film di supereroi sono spesso negate». Non è la prima volta che il divo parla in termini molto espliciti della sessualità di Deadpool. Già nel 2016, via Variety, aveva rivelato: «Non sarei certo io l’ostacolo a una relazione gay per Deadpool. Sarebbe fantastico». Deadpool 2 ha incassato 732.9 milioni di dollari (624 milioni di euro) nel mondo (a fronte di un budget di 110).


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.