Dalla rassegna stampa Cronaca

Pride Veneto, polemica interna «Poche sigle, evento blindato»

ARCIGAY NEL MIRINO
Pride Veneto, polemica interna «Poche sigle, evento blindato»

PADOVA È polemica (interna) sul Pride Veneto andato in scena sabato scorso in città. A sollevarla sono le associazioni Lgbtqia+, acronimo che sta per gay, lesbiche, bisessuali, transgender, queer, intersessuali, asessuali e appartenenti ad altre minoranze di genere ed orientamento sessuale. Per loro, spalleggiate (tra le altre) da Asu, Sanprecario e Pedro, l’organizzazione dell’evento «non è stata esemplare in quanto ad apertura». «Il comitato politico, organismo che decide i contenuti di rivendicazione del Pride, è stato blindato alle sole Arcigay Padova, Arcigay Vicenza e Coro Canone Inverso – si legge nella nota delle Lgbtqia+ – abbandonando tutte le sigle che avrebbero voluto contribuire alla crescita di questa giornata». (d.d’a.)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.