Dalla rassegna stampa Cronaca

Pasquale, il pm e "il carabiniere": ecco chi sono i clienti dei festini

Pasquale, il pm e “il carabiniere”: ecco chi sono i clienti dei festini

Un giovane a Le Iene sostiene di essere un gigolò dei presunti festini gay a Siena a cui avrebbero partecipato politici, magistrati e forze dell’ordine

Claudio Cartaldo

“La maggior parte delle volte c’erano delle cene, poi quando finiva la cena diciamo che avveniva una sorta di selezione. Dopo noi sapevamo che dovevamo andare con una determinata persona”.

Le parole dell’ex gigolò intervistato da Le Iene sui festini hard che si sarebbero svolti a Siena rischiano di riaprire il caso di David Rossi, l’ex capo della Comunicazione di Mps morto in circostanze misteriose il 6 marzo del 2013.

L’intervista delle Iene confermerebbe quanto già affermato sempre ai microfoni di Mediaset dall’ex sindaco di Siena, Pierluigi Piccini. Il giovane dice di aver partecipato ai party hot e di aver avuto magistrati e uomini di spicco della società senese tra i suoi clienti. Il suo racconto ripercorre quei festini che l’ex escort sostiene si siano svolti “l’80% delle volte in Toscana, poi è capitato il litorale romano e una volta a Bologna”. Cene eleganti in cui “si beveva e quello che succedeva, succedeva. […] Poi magari il livello alcolico raggiungeva un certo limite, chi andava in bagno, chi nascosto in qualche angolo a tirar di cocaina”.

Incalzato dalle domande di Antonino Monteleone, l’ex escort arriva a fare anche alcuni nomi e soprannomi di suoi clienti. “Io credo di ricordarmi il 99.9% dei clienti con cui sono stato – ha detto l’ex escort – Poi magari se qualcuno partecipava solo alla cena, magari lo vedo e dico ‘sì, l’ho già visto’, però non ne ho la certezza al 100%. Però quelli e quelle con cui ho avuto dei rapporti sessuali, me li ricordo perfettamente”. Ed ecco i nomi: tra i clienti ci sono “un Marco, Nicola e poi Pasquale, Giulio. Sì, poi te ne potrei dire altri 10-20. Umberto, Martino, Gianmarco”. Infine ci sarebbe anche “il carabinier” (un soprannome, Ndr), con cui l’ex gigolò dice di essere stato “una volta”. A questo punto Monteleone mostra alcune fotografie, evidentemente in qualche modo vicine al caso di David Rossi, al giovane. Che conferma la presenza ai festini di magistrati, giornalisti, politici e parroci.

Nel vedere l’immagine di un noto imprenditore, l’ex escort prima sostiene di non averlo mai visto. È spaventato dalle conseguenze che potrebbero avere le sue parole. Sostiene che sono persone “con le quali bisogna stare attenti”. E così infine decide di confermare: quell’imprenditore “una volta sola” è stato un suo cliente in “una tenuta fuori Monteriggioni. Ci arrivi tramite una strada sterrata”.

Poi è il turno di un importante ex dirigente della Banca Monte dei Paschi, ritratto insieme a un’altra persona. Uno dei due “era alle cene”, senza però essere stato cliente del gigolò. “Però non lo hai mai visto consumare rapporti sessuali?”, chiede di nuovo La Iena. “Questo era quello di prima, sì. Ti confermo quanto ti ho detto prima”.

Il riconoscimento tramite immagini va avanti con un parroco locale “con un incarico di rilievo nella Diocesi di Siena. “Partecipava solo alle cene o si tratteneva anche dopo?”, chiede l’inviato de Le Iene. “Io credo che più di una volta si sia trattenuto ai piani superiori con un altro ragazzo – dice l’ex gigolò – Però mai visto vestito da prete”.

Quando Antonino Monteleone gli fa vedere la foto di un magistrato, l’ex escort afferma che “Sì, visto. È stato una volta un cliente”.”Hai consumato un rapporto sessuale con questa persona?”, lo incalza Monteleone. “Sì – conferma il giovane – e l’ho visto consumare anche”. E sull’immagine di un magistrato in compagnia di una persona ingota, l’ex gigolò sostiene di averli “visti più volte”, senza essere suoi clienti, “lui però al 100% ha consumato rapporti omosessuali”.

Infine è il turno di un soggetto che ha avuto un importante ruolo politico a Siena. E anche lui viene riconosciuto dall’ex escorto. “Cena, festa, chiamala come vuoi. Erano la stessa cosa”, spiega. E aggiunge: “Ha consumato un rapporto sessuale ma non è mai stato mio cliente” anche se “non so chi sia però”. Tra i partecipanti ai festini ci sarebbe poi “un ex Ministro della Repubblica”. “Sì, lo conosco e l’ho visto – dice il giovane che sostiene di averlo visto a Siena anche se non è mai stato suo cliente.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.