Dalla rassegna stampa Costume

La depilazione maschile non finisce d’estate

La depilazione maschile non finisce d’estate
Un terzo degli italiani prosegue anche nelle stagioni fredde. Vince il fai da te

superato il confronto ferragostano con il pettorale e l’addominale depilati alla Zac Efron versione Baywatch, il maschio italiano alla depilazione ci pensa anche una volta ritornato in città. Benché il 56% dei maschi made in Italy post adolescenza faccia pollice verso alla depilazione, la restante metà invece alla depilazione sta attenta. Eccome.

Un’inchiesta realizzata all’inizio 2017 da Eumetra per Gillette, ha messo in luce che ben il 23% dei giovinotti italiani dai 18 anni in su pensa alla depilazione sia in estate sia in inverno, cioè quando il muscolo è meno esibito; il restante 21% invece ci pensa solo in riva al mare e in costume da bagno. Non sono però i giovanissimi i «fanatici» del corpo glabro, bensì si parla degli over 35. L’altra sorpresa arriva anche dalle parti del corpo a cui è rivolta la massima attenzione: al di là del petto e della schiena (rispettivamente il 58 e il 40% dei maschi italici), sono le zone più segrete, a dire l’inguine, a essere quelle a cui si guarda con più scrupolo. Complice forse anche il confronto negli spogliatoi della palestra post allenamento: la percentuale arriva al 41%.

Seguono in importanza sia gli addominali, la tanto agognata tartaruga (38%), e le natiche (13%). La gamba levigata, da ciclista provetto, coinvolge «solo» il 33%. Lo specchio delle brame al maschile vede la fascia degli anta bramare il petto iper levigato, modello Daniel Craig/James Bond: conferma Tom Cruise che di anni ne ha 55, come la maggior parte dei maturi signori italiani che lo ricercano; il 15% lo fa per motivi estetici e di seduzione, mentre il 34% lo pratica per motivi igienico sanitari; la «pietosa bugia» dei più vanitosi (pari al 16%) è che ci si depila il petto per meglio riuscire negli sport: nuoto, ciclismo e calcio.

All’arte della depilazione ci di dedica fin da giovanissimi, a quanto risulta: dai 18 anni in su si inizia depilandosi gambe e natiche. Se la passione per la depilazione è tanta, altrettanto è lo spirito pratico: gli uomini preferiscono il fai da te tra le mura domestiche con il rasoio, non a caso ne sono usciti di recente ad hoc.

I consigli per la perfetta depilazione? «Mai aggredire di colpo la pelle con la lama, controllare che non ci siano irritazioni e poi procedere con uno scrub — consiglia la dermatologa Corinna Rigoni —. Il momento migliore è la sera e dopo aver finito usare un idratante». E meglio replicare: almeno due volte a settimana.

Gian Luca Bauzano


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.