Dalla rassegna stampa Cinema

Power Rangers vietato ai minori di 18 anni in Russia per un personaggio gay

Power Rangers vietato ai minori di 18 anni in Russia per un personaggio gay
Di Chiara Caroli
Dopo la censura de La Bella e La Bestia a causa dell’orientamento sessuale di un personaggio del film, i distributori russi hanno vietato Power Rangers ai minori di 18 anni. La decisione è stata presa a causa della presenza di un personaggio facente parte della comunità LGBT.

Power Rangers sarà vietato ai minori di 18 anni in Russia a causa di un personaggio omosessuale

WDSSPR, distributore russo di Power Rangers, ha informato che la limitazione è dovuta alla dura legislazione anti-gay di Vitaly Milonov. Milonov avrebbe individuato nel film, diretto da Dean Israelite, delle linee fasciste. Ha spiegato al The Hollywood Reporter:

Se l’ideologia fascista è vietata nel nostro paese, allo stesso modo il film di Dean Israelite dovrebbe ricevere lo stesso trattamento.

Un altro legislatore, Alexei Zhuravlev, ha detto che il film è considerevole di propaganda gay. Parlando alla rete televisiva conservatrice Tsargrad ha criticato il personale del Ministero della Cultura per non esser stato più severo nei confronti della pellicola. Ha detto a THR:

Alcuni funzionari non vogliono osservare le leggi approvate dalla Duma di Stato – la camera bassa dell’Assemblea Federale della Federazione Russa – , in particolar modo la legge che vieta la propaganda omosessuale tra i minori.

Ma chi è il personaggio in questione? In Power Rangers, il ranger giallo, interpretato da Becky G, che mette in discussione la propria sessualità. Negli Stati Uniti, il film ha ricevuto un rating PG-13. Questo significa che è inappropriato per ragazzi di età inferiore ai 13 anni.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.