Dalla rassegna stampa Personaggi

«L’amore con Eva non era un segreto Nozze? Vedremo»

Imma Battaglia e il bacio all’Isola dei famosi: «Mi ha chiamata e sono andata, lei è insicura»

«L’amore con Eva non era un segreto Nozze? Vedremo»

Imma Battaglia e il bacio all’Isola dei famosi: «Mi ha chiamata e sono andata, lei è insicura»

ROMA «Ma quale coming out? Il nostro amore non è mai stato nascosto, sono anni che stiamo insieme. Siete voi che avete bisogno della frasetta, ora l’abbiamo detta. Siete contenti?». Inizia così l’intervista a Imma Battaglia, 57 anni, «ben portati, ma ce li ho tutti», storica militante del movimento gay, attivista dei diritti e delle unioni civili, matematica, dirigente di un’azienda informatica, ex-consigliere comunale a Roma, da indipendente di Sel, nella complicata era del sindaco Marino. E fidanzata di Eva Grimaldi, attrice, concorrente dell’Isola dei famosi.

Lei ha fatto tutto. Le mancava solo il reality?

«Non mi mancava per nulla, è un posto orrendo, sporco, aggressivo. È stata la mia dichiarazione d’amore a Eva. Ma lì non tornerò più».

Ha appena detto che state insieme da anni, era necessario?

«Per lei lo era, da tempo voleva uscire allo scoperto. Non capivo perché fosse così importante. A Roma andiamo in giro insieme, dal parrucchiere, a cena con amici, a pranzo da mia madre, in viaggio con i nipoti. Mah…»

Mah…? Mancava qualcosa?

«Sì, la dimensione pubblica è parte della vita di Eva, ma non della mia. Le riviste di gossip chi le ha mai lette».

Ora c’è anche lei in quelle riviste. Ha cambiato idea ?

«No. Quando Eva mi ha detto vado all’Isola, sono rimasta turbata, è il suo lavoro e lo rispetto. Poi ha aggiunto: “Quando mi chiederanno da chi voglio essere raggiunta ti chiamerò. Tu verrai?”».

Cosa le ha detto?

«Non ho risposto, poi ci sono andata. E ho placato la sua insicurezza. Eva non è mai sicura del mio amore, si confronta con i miei fantasmi».

Fantasmi? Ovvero ex?

«Sì, lei è gelosa, possessiva, io no. Quindi chi ha bisogno di rassicurazione è lei. Con il viaggio in Honduras non avrà più dubbi».

La legge sulle unioni civili le deve qualcosa, fu tra le prime a manifestare. Lei si sposa?

«Nel 2000 cominciammo le nostre battaglie. Ora se in Campidoglio ci si può unire civilmente è anche merito mio, ne sono fiera».

Non ha risposto. Si sposa?

«Non ne sento il bisogno, ma quando torna Eva ne parleremo».

E non torna in politica?

«È la mia più grande delusione. Dopo le dimissioni obbligate del sindaco Marino mi sono ammalata per il dispiacere. Sono in piedi grazie a Eva e al suo amore enorme».

Una delusione totale?

«Sì, non saprei dove andare. Il Pd si sta sfasciando, Nichi Vendola ora torna a farsi sentire, quando ero in Consiglio comunale non ci chiamava mai, non ci consigliava mai. Eravamo soli. Poi abbiamo saputo che era all’estero per il bimbo. Un bimbo quando nasce è una gioia, naturalmente… però».

Cosa?

«Era un dirigente politico, aveva delle responsabilità, poteva parlarne. E poi io penso che le battaglie sui diritti si combattano nel proprio Paese. Una delusione».

Oggi è la giornata della donna. Festeggia ?

«La festeggio tutti i giorni, l’ho festeggiata anche andando all’Isola. Ma so cosa farò».

Cosa?

«Oggi penserò a tutte le donne uccise, stuprate, sfigurate».

Quindi ora si concentra solo sulla vita privata?

«Io sono politica e tale resto, ma quando ero in Consiglio comunale non vedevo mia madre Luisa per mesi. E il tempo corre».

La sua giornata ideale?

«Fare colazione con Eva, mentre lei cura le piante, una bella passeggiata in bici e poi a pranzo con mamma Luisa, magari al mare a Ostia o a Capocotta».

Dove vive sua madre?

«Si è appena trasferita a Roma, ha 86 anni, da San Giorgio a Cremano, per stare vicino a me e ai nipoti. Un trasloco alla sua età è impegnativo. Eva è diventata la sua migliore amica. Per questo io l’adoro».

Maria Rosaria Spadaccino

COMING OUT
 Deriva dall’inglese e sta per l’uscita («coming») allo scoperto («out»): viene utilizzato per indicare la dichiarazione pubblica e volontaria della propria omosessualità. Spesso confusa con «outing», che indica invece l’esposizione dell’omosessualità di qualcuno da parte di terze persone senza il consenso della persona interessata

Isola, il coming out di Eva: perché stupirsi?
di Mario Manca

Chi l’ha detto che la televisione non abbia più nulla da insegnare? Se cinquant’anni fa era il maestro Alberto Manzi ad alfabetizzare gli italiani, oggi sono le serie e i programmi tv a istruire il pubblico sulla realtà, aiutandoci ad abbattere i tabù e i preconcetti con un linguaggio istantaneo e diretto, e mostrandoci spesso le cose (e le persone) da un’altra prospettiva.

È successo oggi con Eva Grimaldi che, nel mezzo della sua esperienza di naufraga all’Isola dei famosi 12, ha baciato la sua compagna Imma Battaglia davanti alle telecamere, confermando così alla luce del sole la loro storia d’amore. Si tratta del primo, «vero» coming out della televisione italiana, anche se, fra cinema e tv, ormai sembra quasi di esserci abituati, visto che l’omosessualità è stata da tempo sdoganata sugli schermi (grandi e piccoli). Eppure, ancora oggi, ogni volta che viene toccato l’argomento si scatenano le polemiche e, incredibilmente, non soltanto in Italia.

Alla notizia, per esempio, del primo personaggio gay della Disney nel live-action della Bella e la Bestia, si è addirittura minacciata la censura del film in Alabama e in Russia. «Non si può e non si deve giudicare un libro dalla copertina», ha ribadito l’attore Josh Gad a People in seguito alle polemiche che hanno investito il suo Le Tont. E noi non potremmo essere più d’accordo, perché il miglior modo di abbattere un tabù è parlarne. Anche di fronte ai più piccoli.

I cartoni animati, in questo, si sono mostrati da sempre dei precursori. Vent’anni fa erano Heles e Milena a introdurre ai bambini un amore saffico del tutto innocente, poi è stata la stessa Sailor Moon a spingersi oltre, promuovendo nella serie Sailor Starlights addirittura il cambiamento di sesso delle tre guerriere protagoniste, con buona pace di Mediaset che pensò bene di riadattare i dialoghi per non turbare gli spettatori più «sensibili». Per non parlare di Lady Oscar, vero e proprio personaggio transgender «ante-litteram».

Ma anche in casa nostra esempi di questo tipo non mancano. Come il bacio fra Sandro e Claudio sul set di Un posto al sole (che tanto aveva indignato gli utenti di Twitter), o la proposta di matrimonio in diretta alla finalissima di Italia’s Got Talent, o, ancora, l’acceso dibattito sulla scena di sesso omosessuale de Le regole del delitto perfetto censurata da Raidue. Insomma, il mondo sta cambiando e in questo la tv merita di essere vista come un’alleata piuttosto che come un’antagonista. Specialmente per l’invio di messaggi forti e tolleranti come questi.


da Il Giornale

Isola dei Famosi, Eva Grimaldi e Imma Battaglia insieme come una coppia per la prima volta

Imma Battaglia e Eva Grimaldi hanno deciso di vivere la loro relazione alla luce del sole. In esclusiva per il settimanale Chi, le due donne hanno parlato della loro storia

Serena Pizzi

Imma Battaglia e Eva Grimaldi sono a tutti gli effetti una coppia, le due donne hanno fatto coming out e ora sono pronte a vivere la loro storia d’amore alla luce del sole.

Nel corso della quinta puntata dell’Isola dei Famosi, Imma aveva raggiunto in Honduras Eva per supportarla. Oltre a questo, però, la Battglia doveva provare anche a riunire il gruppo. Raz Degan, infatti, sta vivendo la sua esperienza sull’Isola in modo solitario. Imma Battaglia ha avuto una settimana di tempo per cercare di cambiare le cose, ma i suoi sforzi sono stati inutili.

Così ieri mattina, Imma ha dovuto lasciare l’Honduras per fare rientro in Italia. E dopo aver salutato i naufraghi, la produzione le ha concesso qualche minuto di privacy con Eva Grimaldi. Le due donne negli ultimi anni sono apparse in più occasioni insieme, ma mai avevano parlato della loro relazione. Hanno deciso di farlo poprio durante l’Isola dei Famosi, quando ormai era evidente che tra loro ci fosse qualcosa.

Eva e Imma hanno così concesso una doppia intervista al settimanale Chi proprio sulle spiagge honduregne. Le due hanno voluto posare come una coppia in esclusiva per la copertina di Chi, in edicola da mercoledì 8 marzo. L’attrice e l’attivista politica, paladina dei diritti degli omosessuali in Italia, hanno dichiarato di avere una relazione.

“Mi sento benedetta da avere Imma, lei è la mia vita” – ha confessato Eva Grimadli -. È una cosa meravigliosa avere una relazione bella, trasparente. Ho fatto tutto io, avevo bisogno di una persona che mi capisse. C’avevo visto bene, però. Non è stato semplice per me, io che sono figlia degli anni Ottanta dove era più facile apparire che essere”.

A queste parole ha subito fatto eco Imma Battaglia: “L’amore che proviamo è bello, sereno, sincero, molto forte e solido”. Ma questa non è l’unica intervista che Eva Grimaldi ha concesso al settimanle. Poco prima di partire per l’Isola, infatti, l’attrice aveva confessato: “Imma mi ha salvato. Mi ha insegnato a essere orgogliosa delle mie debolezze e delle mie paure”. Parole d’amore che solo ora le due donne hanno voluto far sapere al pubblico.

Dopo aver fatto il loro coming out, Imma Battaglia è tornata in Italia e Eva Grimaldi ha voluto condividere la sua gioia con il resto del gruppo. Tornata dai naufraghi ha spiegato loro quanto è successo: “È accaduta una cosa importante. Un coming out della mia relazione. Lei è sempre stata protettiva, temeva per me. Prima di partire ho fatto una riunione con la mia famiglia per dirgli tutto”.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.