Dalla rassegna stampa Libri

Love is a human right

ARTICOLO DI: Cinzia Ciarmatori

Nel 2000, l’anno del Giubileo di papa Giovanni Paolo II, a Roma è previsto si svolga il World Gay Pride e con ogni mezzo le istituzioni politiche italiane tentano, invano, di boicottarlo. Del resto è la Costituzione a garantire il diritto a manifestare e impedirlo non è possibile, ma a più riprese le maggiori testate giornalistiche nazionali raccolgono i commenti personali ‒ non certo edificanti ‒ dell’allora Presidente del Consiglio Giuliano Amato, del Cardinale Camillo Ruini e di Monsignor Angelo Comastri, presidente del Comitato Italiano del Giubileo. Tutti e tre dichiarano a gran voce che non è accettabile ospitare nella capitale il Gay Pride nell’anno del Giubileo, anzi, per Monsignor Comastri tali manifestazioni non dovrebbero mai essere autorizzate. Nello stesso anno Carlo Scovino è convocato dall’allora presidente della sezione italiana di Amnesty International a condurre una tavola rotonda sul tema dei diritti in relazione all’omosessualità. Un compito tutt’altro che facile, vista l’attenzione dell’opinione pubblica divisa in fazioni e le polemiche tutt’altro che pacifiche, e non sentendosi all’altezza Carlo declina l’invito. Passeranno ancora molti anni prima che decida di affrontare di nuovo l’argomento…

Lo fa con un saggio che ripercorre nel primo capitolo la storia dei movimenti gay, a partire proprio dall’origine del termine omosessuale, dal tedesco Homosexualität coniato dall’ungherese Kertbeny per fornire una parola neutra, priva di connotati dispregiativi come quelle allora in uso: pederastia, sodomia, omogenia e androtropia. Dalle rivolte dello Stonewall Inn bar di New York nel 1969 al manifesto Gay di Wittman e, prima ancora, dall’Epopea di Gilgamesh al poema epico indiano Mahabharata del 200 a.C. Un saggio denso questo di Carlo Scovino, che da molti anni si occupa di salute mentale, docente a contratto dell’Università degli Studi di Milano, formatore, pedagogista, che con il patrocinio di Amnesty International unisce storie e riflessioni sui temi dell’odio, del pregiudizio e della criminalizzazione, condivide opinioni personali, parla di politica e religione. Affronta il delicato tema dell’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge e si interroga sull’amore. Un libro da leggere per conoscere, per affrontare con saggezza e preparazione uno dei temi più discussi e più attuali, che continua a dividere il mondo intero.

 

LOVE IS A HUMAN RIGHT

AUTORE: Carlo Scovino
GENERE: Saggio Società

EDITORE: Rogas
2016

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.