Dalla rassegna stampa Cinema

C’è “Omovies” il cinema parla delle diversità

PALAZZO CARACCIOLO
C’è “Omovies” il cinema parla delle diversità

«Il 95 per cento delle persone transessuali a Napoli – dichiara Loredana Rossi dell’Atn – è costretto a prostituirsi perché ogni soluzione lavorativa gli viene vietata». Davanti a una tale confessione non si resta insensibili. Così “Omovies”, il festival cinematografico dedicato alle tematiche lesbo-gay-bisex-trans a cura di i-Ken, diventa un’occasione preziosa per imparare qualcosa di più sui drammi e le difficoltà di una numerosa fetta di cittadini che vive una vita erotica e affettiva lontano dai canoni. La trentanovesima edizione inizia domani alle 20 con il party “Cuoricino” a Palazzo Caracciolo. Martedì alle 20.30 l’inaugurazione al cinema Astra (proiezioni ogni giorno fino a venerdì 16) con la madrina Vladimir Luxuria (nella foto a sinistra). La premiazione dei corti e documentari vincitori invece sabato 17 al Grenoble.
Info
www.omovies.it

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.