Dalla rassegna stampa Personaggi

Ellen Page: «Il coming out mi ha resa un'attrice migliore»

L’attrice crede che aver svelato il suo orientamento sessuale abbia avuto un’influenza positiva nelle sue performance sul set

LOS ANGELES – Ellen Page crede che il coming out l’abbia resa un’attrice migliore.

La star 29enne ha rivelato al mondo intero di essere omosessuale nel 2014, durante un discorso alla conferenza “Time To Thrive”, svoltasi a Las Vegas in seno ad una campagna per i diritti umani.

Della sua coraggiosa scelta, l’attrice crede ne abbiano beneficiato anche le sue doti recitative.

“Assolutamente sì, al 100% – ha risposto la Page sulle pagine del quotidiano Metro – Mi sento molto più motivata e innamorata del mio lavoro. Per essere veri sul set e allineati con la propria creatività, bisogna essere veri e onesti con se stessi prima di tutto.”

Un anno fa, Ellen ha recitato in “Freeheld” con Julianne Moore, film ispirato alla storia di una donna omosessuale in fin di vita che ha portato avanti fino all’ultimo una battaglia legale per poter lasciare i propri benefit pensionistici alla compagna.

“Quando ho letto il copione per la prima volta – prosegue la Page – avevo 21 anni e stavo girando un film nel Michigan. Ricordo di aver pianto tantissimo, ma allo stesso tempo ho tratto ispirazione dalla storia di queste due donne che, in un periodo di tristezza e difficoltà, hanno lottato per vedere riconosciuti i loro diritti, i miei diritti e i diritti di tutta la comunità LGBT. Era una di quelle storie che hai proprio voglia di raccontare. Prima che il film uscisse, è stato proclamato il matrimonio egualitario negli Stati Uniti. È stato un momento entusiasmante, una celebrazione del progresso, ma anche un monito per tutto quello che ancora deve essere fatto”.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.