Dalla rassegna stampa Cronaca

Ragazzo gay aggredito mentre passeggia

NAPOLI Ancora violenza omofoba e gratuita nelle strade della città. Un fenomeno che si è intensificato negli ultimi tempi che rischia di diventare una vera emergenza sociale.

NAPOLI Ancora violenza omofoba e gratuita nelle strade della città. Un fenomeno che si è intensificato negli ultimi tempi che rischia di diventare una vera emergenza sociale. A denunciarlo Arcigay che si schiera dalla parte di un ragazzo gay napoletano aggredito senza una ragione apparente da alcuni balordi in un quartiere di periferia. La vittima si chiama Lino Fusco ed il fatto è accaduto nella serata di martedì scorso a Ponticelli.

Il giovane è stato avvicinato da un’auto mentre passeggiava e, dopo essere stato prima aggredito verbalmente dai tre uomini a bordo, è stato picchiato selvaggiamente. Questo nonostante il fatto che Fusco non avesse in nessun modo reagito alle offese e alle ingiurie. Il pestaggio sarebbe durato ancora se il sopraggiungere di un’auto non avesse fatto fuggire via gli aggressori. Dopo essere stato medicato all’ospedale di Villa Betania, il ragazzo ha sporto regolare denuncia. «Dopo alcuni giorni – spiega Arcigay – e dopo aver letto dell’ennesimo caso di violenza ai danni di una persona trans, Lino ha deciso di denunciare anche pubblicamente quanto accaduto, sottolineando la matrice omofobica del fatto, visto che gli aggressori non hanno preso né il cellulare, né la borsa con tutto il suo contenuto». Poi l’appello: «Chiediamo un incontro urgente con il sindaco Luigi de Magistris – afferma Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – perché siano messi in campo interventi strutturati sul territorio visto l’aggravarsi della situazione. Bisogna tenere alta l’attenzione su questo rigurgito di violenza omo-transfobica che sta emergendo anche grazie alle persone che decidono di denunciare le violenze subite». I rappresentanti di Arcigay Napoli incontreranno il ragazzo aggredito oggi alle ore 12.30 presso la sede dell’associazione (in vico San Geronimo 17) per esprimergli vicinanza e solidarietà. Che arriva anche da esponenti del mondo politico. «Esprimo la mia vicinanza e la mia solidarieta a Lino Fusco – spiega Mara Carfagna, deputata e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia – per l’aggressione subita martedì a Ponticelli. Si tratta di un episodio grave e preoccupante, l’ultimo di una lunga serie di aggressioni e violenze fisiche e verbali a sfondo omofobo. Sono al fianco dell’Arcigay di Napoli e delle associazioni che quotidianamente si impegnano per il rispetto dei diritti della comunita Lgbt. Basta con l’omofobia, le Istituzioni promuovano azioni efficaci per debellare la piaga dell’odio e della violenza omofobica».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.