Dalla rassegna stampa Cinema

"Io musulmano e gay ho filmato in segreto il pellegrinaggio a La Mecca"

A suo rischio e pericolo Parvez Sharma ha realizzato con il suo smartphone il documentario “A sinner in Mecca” per esplorare la sua fede nella sua complessità

Ha fatto testamento prima di partire per La Mecca il regista gay musulmano Parvez Sharma: sapeva di rischiare molto riprendendo con il suo smartphone quello che vedeva durante il pellegrinaggio del 2011 alla città santa, perché l’uso di una telecamera è assolutamente vietato. Sa di rischiare molto ora che il suo documentario “A sinner in Mecca” è stato presentato a New York e spera abbia un’ampia distribuzione. Non ha solo infranto il divieto di riprendere i pellegrini: Sharma è omosessuale, una condizione considerata un crimine punibile con la pena di morte in Arabia Saudita. Anche se è un devoto musulmano, per i suoi è un infedele.

“Io musulmano e gay ho filmato in segreto il pellegrinaggio a La Mecca”
Nato in India 41 anni fa e trasferitosi a New York, Sharma da anni gira documentari sulla vita di gay e lesbische di religione musulmana. E’ del 2007 il suo lavoro “A jihad for love” sulla vita degli omosessuali islamici in dodici Paesi; per questo è ritenuto un infedele in Arabia Saudita.

Nella sua ultima opera autobiografica Sharma ha cercato di mettere in evidenza le complessità della sua religione. “L’Islam contemporaneo è in guerra con se stesso”, dichiara nel documentario, che si apre con immagini del suo matrimonio gay al City Hall di Manhattan.

Il regista si ritiene un buon musulmano, ma condannato dalla sua comunità per la sua identità sessuale e in preda a una crisi religiosa, ha deciso nel 2011 di affrontare il suo pellegrinaggio a La Mecca: “Avevo bisogno di prove che la mia fede fosse a sufficienza forte per poter sopravvivere a questo viaggio”.

E ci tiene a precisare: “La questione non è che l’Islam deve accettare un gay, la questione è come un gay musulmano deve accettare l’Islam: tocca a me!”. Intanto, Sharma ha lanciato una campagna di crowdfunding per trovare fondi per un’ampia distribuzione del suo film, che sarà disponibile su iTunes entro ottobre.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.