Dalla rassegna stampa Libri

“Da quando Ines è andata a vivere in città”, il racconto sul tema dell’omosessualità del siracusano Accolla

Il nuovo racconto del giovane insegnante siracusano, ma scrittore per passione, Dario Accolla, “Da quando Ines è andata a vivere in città”, di ZONA editore, è stato presentato anche a Rosolini.

L’iniziativa è stata voluta e curata da Tiziana Biondi, presidente di “Stonewall, associazione d’iniziativa Gay Lesbica Bisex Trans”, fondata nel 2008 e che si occupa di rimuovere e arginare qualunque fattore socio-culturale che possa alimentare discriminazioni sull’orientamento sessuale che di genere.

“Viviamo in un contesto variegato – ha spiegato Accolla – non solo da un punto di vista sessuale ma anche culturale e religioso. Per questo ho creato una serie di storie che hanno come protagonisti soggetti gay, lesbiche o eterosessuali che si mescolano insieme con tutte le loro diversità. Questa è infatti la nostra vita, anche quando non ce ne rendiamo conto poiché siamo sempre in relazione con qualcuno che è diverso da noi”.

Il libro infatti racchiude sette storie di vita in cui l’autore mette a nudo fragilità, amarezze e aspettative di chi esprime una sessualità che viene ancora vista come “altro”.

“Ciò che realmente conta nella vita non sono le etichette che la società mette addosso ma ciò che si è realmente. Ecco perché, nel libro, Ines è la mamma di un ragazzo omosessuale che, purtroppo, viene a scoprirlo solo dopo che questo si è suicidato” continua l’autore.

Ma quella di Ines è solo una delle storie raccontate da Accolla in questo suo terzo scritto, perfetta metafora della realtà umana, in cui omosessualità ed eterosessualità assumono sembianze e connotazioni che sono “relative” a seconda degli occhi di chi guarda chi.

L’omosessualità quindi, così come diversi studi hanno stabilito, vista come “variante naturale della sessualità umana e non come un impedimento ad un corretto sviluppo psicofisico, poiché – conclude Accolla – siamo comunque tutti degli esseri umani”.

Fiorenza Emmolo

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.