Dalla rassegna stampa Cinema

Ben e George, anziana coppia gay E la difficoltà di vivere separati

Ira Sachs dipinge con mano felice i disagi di due vecchi omosessuali che decidono di sposarsi. Ma la società non è pronta ad accoglierli. Un film non retorico, da recuperare

Delicato ed intimo ritratto della relazione di Ben e George, un’anziana coppia gay che dopo quarant’anni decide di sposarsi, appena nello stato di New York viene approvata la legge sui matrimoni gay. Ma la notizia della loro unione giunge alla scuola cattolica dove lavora George come direttore del coro, e lui viene bruscamente licenziato. Non potendosi più permettere il loro elegante appartamento a New York, Ben e George dovranno trovare una soluzione e vivere temporaneamente separati. Mentre sono alla ricerca di una nuova abitazione, incappando in tutte le burocrazie del caso con effetti anche ridicoli, George va a vivere con i vicini di casa, una coppia di poliziotti gay, mentre Ben viene ospitato dal nipote Elliot, che vive a Brooklyn con la moglie Kate ed il loro figlio adolescente. I due uomini dovranno fare i conti con i disagi e la sofferenza di vivere separati dopo decenni passati insieme.
Alfred Molina e John LithgowAlfred Molina e John Lithgow

Un film delicatissimo e delizioso, che non si impunta mai sulla tematica gay, piuttosto sulla vita di coppia di due persone, sul loro amore che segna il passo con gli anni, sulla difficoltà di rapportarsi ad un mondo che corre velocemente, ma altrettanto di corsa lascia vittime sul selciato. La mano leggera è quella di un ebreo, newyorchese (adottivo) e dichiaratamente gay, come Ira Sachs che lavora su un materiale che conosce bene, e lo gestisce con facilità, senza sforzi apparenti e con una notevole capacità di tenersi in equilibrio tra toni, situazioni, personaggi e il rischio di una retorica buonista o comunque zuccherosa, sicuramente molto americano-intellettuale alla Woody Allen. La critica si è trovata d’accordo sulla bravura dei due protagonisti, Alfred Molina e John Litghgow, accanto a Marisa Tomei. Presentato al Sundance Festival, al Tribeca e a Berlino, il film è uscito nelle sale a novembre scorso, ma non è riuscito ad entrare in un circuito competitivo e quasi nessuno lo ha visto. George (Alfred Molina) è doppiato in italiano da Francesco Pannofino.

Regia di Ira Sachs. Sceneggiatura: Ira Sachs, Mauricio Zacharias. Con Marisa Tomei, John Lithgow, Alfred Molina, Cheyenne Jackson, Darren Burrows, Charlie Tahan, Christian Coulson, John Cullum, Harriet Sansom Harris. Drammatico. Fotografia: Christos Voudouris. Montaggio: Affonso Gonçalves, Michael Taylor. Produzione: USA-Francia 2014. Charlie Guidance, Mm…Buttered Panini Productions, Parts and Labor. Distribuzione: Koch Media. Durata: 98 minuti.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.