Dalla rassegna stampa Cinema

Oscar, da Ellen De Generes ai suoi "valletti": tutte le curiosità della cerimonia

Conto alla rovescia per l’86ma edizione degli Oscar…

Conto alla rovescia per l’86ma edizione degli Oscar. La premiazione si terrà domenica sera nel Dolby Theatre, ospitato all’interno del centro commerciale Hollywood Highland Center. Filo conduttore della serata sarà la celebrazione degli eroi del cinema: personaggi presi dalla vita reale, supereroi, eroi dell’animazione e così via. Lo show durerà circa quattro ore.

La presentatrice. Sarà per la seconda volta nella storia del premio Ellen De Generes, personaggio popolarissimo in America con 25 milioni di followers su Twitter. Irriverente, militante gay sposata con l’attrice Portia De Rossi, nota per le battute caustiche, nel 2007 presentò l’Oscar per la prima volta e passò l’aspirapolvere in scena tra le celebrities. Che s’inventerà ora?

I “valletti”. Interminabile è la lista delle star che saliranno sul palco per aprire le fatidiche buste con i nomi dei vincitori: Amy Adams, Daniel Day-Lewis, Harrison Ford, Penelope Cruz, Glenn Close, Jim Carrey, Bradley Cooper, Naomi Watts, Jennifer Lawrence, John Travolta, Christopher Waltz tanto per citare qualche nome.

I numeri musicali. Bono e gli U2 eseguiranno “Ordinary Love”, la canzone scritta per il film “Mandela – long walk to freedom” e candidata all’Oscar. In platea ci saranno anche i familiari del leader sudafricano scomparso. Canteranno durante la cerimonia anche John Legend, Idina Menzel, Bette Midler, Pink.

La diretta tv. La cerimonia, preceduta dal rito del red carpet, verrà trasmessa in direttamdalla rete Abc, che la copre dal 1976 e si è appena assicurata l’esclusiva fino al 2020, negli Usa e in 225 paesi stranieri. L’Oscar è sempre stato per la rete una gallina dalle uova d’oro: l’altr’anno la cerimonia venne vista da 40 milioni di americani, il risultato più alto per un evento non sportivo. La vendita degli spazi pubblicitari ha fruttato 88 milioni di dollari che quest’anno saranno 98 (uno spot di 30 secondo costa un 1,8 milioni).

I social media. Nel 2013 la cerimonia dell’Oscar è letteralmente esplosa sui social media, generando 14 milioni di commenti e 8,9 milioni di tweet, di cui 2,1 soltanto durante il lungo red carpet che precede la premiazione. Dopo l’annuncio della vittoria di “Argo”, eccezionalmente dato dalla first lady Michelle Obama in persona, i “cinguettii” furono 85mial al minuto

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.