Dalla rassegna stampa Cinema

George Jacobs, il cameriere di Sinatra che cucinava per i boss

…Rivelò di quando occhieggiò l’incontro lesbo tra Marlene Dietrich e Greta Garbo (in casa Sinatra)…

Per evitare di portare i suoi segreti nella tomba aveva già pensato di metterli nero su bianco e spiattellarli in edizione tascabile. Un modo per pulirsi la coscienza e riempirsi il portafoglio. George Jacobs è stato molto di più di un semplice assistente per Frank Sinatra tra il ‘53 e il ‘68. Uno è stato The Voice, Jacobs è diventato Gola Profonda, nel momento in cui ha pubblicato Mr. S – La vita segreta di Frank Sinatra (scritto con William Stadiem nel 2003), in cui ha messo a nudo il lato oscuro del grande Francis Albert Sinatra, morto a 82 anni nel 1998.
Celebrato dalla stampa americana in questi giorni (dal New York Times al Los Angels Times ), se ne è andato per cause naturali a Palm Springs, in California, a 86 anni il 28 dicembre. George Jacobs (era nato a New Orleans, il 29 aprile 1927) di Sinatra fu prima cameriere. Poi ne divenne amico, confidente e factotum in quegli anni di eccessi & successi, amori & tradimenti. Ebbe il privilegio di partecipare a party privati e avvenimenti mondani, incontri riservati e backstage blindati di quel circolo esclusivo fatto di attrici, politici, stelle dello spettacolo e mafiosi a cui Frank Sinatra dava del tu. Frequentò i Kennedy e Marilyn Monroe, Grace Kelly e Lauren Bacall, Ava Gardner e Natalie Wood. Insomma uno che sapeva tutto. E tutto ha raccontato.
Come le sue mansioni. Tra cui figurava quella di cucinare piatti italiani per i boss della malavita amici di Sinatra o quella di smistare prostitute e pensare a saldare il conto alle luci dell’alba mentre Sinatra, come d’abitudine, dormiva solo. Rivelò di quando occhieggiò l’incontro lesbo tra Marlene Dietrich e Greta Garbo (in casa Sinatra); dei continui tira e molla di The Voice con Ava Gardner (amata anche dopo il divorzio) e Lauren Bacall; dell’insaziabile curiosità di John F. Kennedy sui gossip di Hollywood («Vorrei chiedergli di Castro o Krusciov, ma lui voleva solo sapere se Janet Leigh tradiva Tony Curtis»). Fu licenziato dopo essere stato visto ballare in un night club con la terza moglie di Sinatra, Mia Farrow, dalla quale stava divorziando. Ma si consolò lavorando per Steve McQueen e Bill Cosby.
Una biografia non autorizzata che non piacque alla famiglia Sinatra. Il figlio, Frank Sinatra Jr., disse risentito: «Non lo vedevo da 40 anni e spero di non vederlo per i prossimi 40». Accontentato.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.