Dalla rassegna stampa Libri

Melania Mazzucco - La scrittrice romana presenta questa mattina a Palazzo Graneri “Sei come sei”

Oggi al Circolo il suo ultimo romanzo

AUTRICE acclamata di «Vita », Premio Strega, e «Un giorno perfetto», dal quale Ferzan Ozpetek ha tratto il film con Valerio Mastandrea e Isabella Ferrari, Melania Mazzucco è grande narratrice di famiglie: avventurose (la propria, la cui epopea picaresca di immigrazione in America all’inizio del ‘900 è appunto al centro di «Vita»), artistiche (il clan Tintoretto nella Venezia rinascimentale in «La lunga attesa dell’angelo»), infelici (quella che ruota attorno alla disperata Emma Tempesta Buonocore di «Un giorno perfetto»). Nel nuovo romanzo, «Sei come sei», fresco di pubblicazione per Einaudi, Mazzucco si spinge in un nuovo spinoso territorio nell’esplorazione dei legami familiari. Al centro del nuovo libro, che non ha mancato di suscitare polemiche, è una coppia gay: due padri con una figlia nata all’estero da un utero in affitto. L’autrice — che ieri ha vinto con il romanzo precedente il Premio Bottari Lattes — lo presenta questa mattina alle 11 al Circolo dei Lettori, con Paola Mastrocola.
Protagonista è una ragazzina, Eva, con due padri omosessuali: Christian, insegnante di letteratura latina, ricco, colto, appassionato di cronologia, e Giose, artista e musicista semi fallito, meteora del punk-rock anni Ottanta, creativo con la passione per la cucina, poco attento alle cose pratiche e al successo ma insuperabile tra i fornelli. Christian è razionale, prudente e talvolta distaccato; Giose è istintivo, esuberante, affettuoso. Si amano. Per avere un figlio sono andati in Armenia: li è nata Eva. La loro è una famiglia felice, fino a un certo punto. Poi, con la morte improvvisa di Christian, diventa anche quella infelice a modo suo.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.