Dalla rassegna stampa

Genova: permesso di soggiorno dopo matrimonio gay

Provvedimento adottato su sentenza di Strasburgo

Genova – Gli uffici dell’immigrazione della Questura di Genova hanno concesso il permesso di soggiorno ad un trentenne brasiliano che sei mesi fa in Portogallo – dove sono consentiti i matrimoni gay – aveva sposato un genovese di 40 anni che lavora nel settore dell’intrattenimento. Il provvedimento e’ stato adottato in base ad una sentenza della Corte di giustizia europea di Strasburgo. Nel corso degli accertamenti si è evidenziato come i due svolgono vita matrimoniale.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.