Dalla rassegna stampa Cinema

AL CINEMA FIRENZE INCONTRA IL MONDO

… Tra i film degli emergenti iraniani: Facing Mirrors, pluripremiata opera prima della cineasta Negar Azarbayjani sull’amicizia, nata in un taxi, tra una giovane madre e un transessuale…

Firenze – Storie, personaggi e temi forti del Medio Oriente contemporaneo sono i protagonisti della quarta edizione del Middle East Now, a Firenze dal 3 all’8 aprile. Questa manifestazione, con 40 titoli tra film, documentari, animazioni, design ed eventi, illustrerà una della aree “più calde” del pianeta attraverso il lavoro di giovani cineasti e talenti emergenti. Nell’ambito della nuova sezione “Afghanistan Inside Out”, verrà presentato in esclusiva il progetto Kabul at Work dell’inglese David Gill. In una serie di ritratti – dal postino, al cambia valute fino al mullah – si vuole mostrare il lavoro e l’impegno quotidiano di persone comuni che rendono viva Kabul malgrado le grandi difficoltà. In anteprima italiana si potrà vedere Zaytoun: storia toccante tra un bimbo palestinese e un pilota israeliano che diventano amici. Interpretato da Stephen Dorff è firmato da Eran Riklis. Tra i film degli emergenti iraniani: Facing Mirrors, pluripremiata opera prima della cineasta Negar Azarbayjani sull’amicizia, nata in un taxi, tra una giovane madre e un transessuale. In anteprima europea anche il documentario Casablanca Mon Amour di John Slattery: moderno road movie sulla lunga relazione fra Hollywood e il Marocco. L’industria cinematografica americana ha scelto spesso i paesaggi di quel paese per i propri set ma ha anche rappresentato gli arabi come i “cattivi” dei suoi film.
(s.l.)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.