Dalla rassegna stampa Libri

Cosa sai della notte (pagg. 224, euro13), affresco dark di Grazia Verasani

… La vittima è un giovane attore gay, Oliver, morto dopo un pestaggio. L’universo che le si spalanca davanti è quello del sesso estremo nelle dark room, dei rapporti multipli, dei segreti inconfessati del battuage,…

Non bastano le serie cult, adesso Fox Crime consiglia anche i libri. Primo thriller italiano frutto della singolare partnership tra il canale satellitare e l’editore Feltrinelli è Cosa sai della notte (pagg. 224, euro13), affresco dark di Grazia Verasani ambientato in una Bologna notturna e violenta. Quarto romanzo di una fortunata serie che ha per protagonista la detective privata Giorgia Cantini, il romanzo è un tipico «cold case» che farebbe la gioia dell’omonimo serial, se non fosse che Verasani è già lei stessa autrice di culto (dal suo primo libro Quo vadis, baby? Salvatores ha tratto nel 2004 l’omonimo film). Outsider dalla scrittura incalzante e piena di sfumature, nonché sceneggiatrice, musicista, autrice di teatro, Verasani è un piccolo fenomeno nel nostro asfittico panorama letterario che ancora procede a compartimenti stagni. Mescolando generi e confrontandosi con le contraddizioni pubbliche e private, è riuscita a crearsi uno stile inconfondibile. Proprio come il suo personaggio: inquieto, ruvido, con una vocazione per le sbandate sentimentali e un’attrazione fatale per l’oscurità. Ancora una volta, Giorgia deve ricorrere alle ombre e alle voci del buio per riannodare i fili di un delitto, commesso tre anni prima, in un campo alla periferia di Bologna. La vittima è un giovane attore gay, Oliver, morto dopo un pestaggio. L’universo che le si spalanca davanti è quello del sesso estremo nelle dark room, dei rapporti multipli, dei segreti inconfessati del battuage, il libero regno dello scambismo. È un viaggio al termine della notte, un omaggio all’amato Céline. Non c’è moralismo né voglia di scandalizzare nel racconto, piuttosto il desiderio di raccontare i percorsi accidentati del desiderio e la difficoltà di trovare se stessi. In questa indagine Giorgia Contini, coadiuvata dalla fedele assistente Genzianella, incontrerà la gente che vive di giorno e quella che si nasconde nel buio. Ma incontrerà anche l’amore, «because the night belongs to lovers» come canta Patti Smith.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.