Dalla rassegna stampa Libri

Cioccolata calda di Rachid O.

L´adolescenza è un universo strano, colorato o profondamente cupo, pieno di gente o desolatamente vuoto….

L´adolescenza è un universo strano, colorato o profondamente cupo, pieno di gente o desolatamente vuoto. Come il mondo del protagonista del piccolo, ammaliante romanzo di Rachid O., (scrittore nato a Rabat nel 1970 e trapiantato a Parigi) uscito la prima volta per Gallimard nel´98 e ora riproposto da Playground. La storia è quella dell´educazione sentimentale, ma anche sociale, di un ragazzo marocchino nel quale sensibilità e fantasia si mischiano fino a diventare ossessione (come nel suo voler riproporre continuamente la cruenta scena del parto di sua madre, morta nel dare alla luce il fratellino). Oppure desiderio, per il biondo, ceruleo, francese Noé immortalato in una vecchia foto. È così che funziona l´età evolutiva: bisogno di certezze (l´amato padre, l´adorata Lalla, l´amico Osama) e ricerca di trasgressioni (l´affascinante Youssr, conferma della sua omosessualità). La cioccolata calda del titolo, bevanda esotica vista solo in tv, è lo spartiacque tra l´infanzia avvolta nel profumo tradizionale del tè al limone e la stagione adulta, apparentemente aperta a tutte le novità. Soprattutto agli amori. La postfazione è di Chiara Valerio.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.