Dalla rassegna stampa Arti visive

Robert Mapplethorpe una grande retrospettiva alla Fondazione Forma (MI)

“Se fossi nato cento o duecento anni fa, avrei potuto fare lo scultore, ma la fotografia è un mezzo molto veloce per vedere e per fare scultura”.
Robert Mapplethorpe

Per la prima volta a Milano Robert Mapplethorpe in una grande retrospettiva alla Fondazione Forma, in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation.

La New York spumeggiante e trasgressiva degli anni ‘60 e ‘80 con l’apoteosi della Pop Art waroliana, del new dada, della body art e del body building, delle performance, in un crescendo scandito dalla liberazione sessuale.

La mostra si articola in sette sezioni, Polaroid (mai esposte) e primi lavori, Autoritratti (anche gli ultimi, già compromesso dall’AIDS e prossimo alla scomparsa 1989), Corpo, Fiori, Patti Smith, Ritratti, Bambini.

“Spesso l’arte contemporanea mi mette in crisi perché la trovo imperfetta. Per essere perfetta non è che debba essere giusta dal punto di vista anatomico. Un ritratto di Picasso è perfetto. Non c’è niente di contestabile. Nelle mie fotografie migliori non c’è niente di contestabile, così é. È quello che cerco di ottenere. Credo che uno potrebbe sfogliare una quantità delle mie fotografie e dire: Ecco, questa somiglia all’artista tale, e questa somiglia all’artista talaltro. Ma mi piacerebbe pensare che le influenze non siano poi troppo forti.
Ricerco la perfezione della forma. Lo faccio con i ritratti. Lo faccio con i peni. Lo faccio con i fiori. Non c’è differenza da un soggetto all’altro: Cerco di catturare qualcosa che potrebbe essere scultura.” R. M.

Il limite tra pornografia e classicismo dei corpi, tra cinismo e purezza é una sottile linea rossa che separa gli scatti di questo personaggio del nostro secolo che non ha avuto timore di rappresentare l’erotismo e l’omosessualità.

FOTO UFFICIO STAMPA
Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 20 – Giovedì e Venerdì dalle 10 alle 22 – lunedì chiuso

Biglietto: Intero: 7,50 euro – Ridotto: 6 euro – Scuole: 4 euro

Informazioni: T. 02.5811.8067 – T. 02.8907.5419
Sec Relazioni Pubbliche e Istituzionali: T. +39 02.6249991
Elena Todisco – 339 1919562 – [email protected] – Giorgia Tardivo – 333 7259944 – [email protected] – Chiara Flores d’Arcais – 349 0813201 – [email protected]

Fondazione FORMA per la Fotografia
Laura Bianconi – T. 02 58118067 – www.formafoto.it

Fondazione Forma per la Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1
Milano
Contatta autore


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.