Dalla rassegna stampa Cinema

AMORI SEGRETI - Un bacio saffico del Grande Fratello sdogana l´omosessualità sui media

Donne gigolò e pornodivi nella kermesse allo Strehler … documentario Diversamente etero, in anteprima venerdì al festival del cinema gaylesbico Mix (alle 22.45 alla Scatola magica dello Strehler), per indagare il tema della rappresentazione delle donne omosessuali sui nostri media..

Donne gigolò e pornodivi nella kermesse allo Strehler

Edizione numero 25 per Mix, il festival di cinema gaylesbico che si apre stasera alle 21 con Les amours imaginaires del canadese Xavier Dolan, visto a Cannes 2010. Da segnalare Ausente dell´argentino Marco Berger, ossessione di un insegnante di nuoto per un allievo, vincitore del Teddy Award a Berlino (27/5), e L´homme au bain di Christophe Honoré (30/5) con Chiara Mastroianni e il pornodivo francese François Sagat, anche ospite. Da vedere Gigola (28/5), storia di una gigolo al femminile che Laure Charpentier ha tratto dal suo romanzo scandalo. (s.sp.)
————

Le due concorrenti del reality sono state trasformate in icone loro malgrado
Il documentario “Diversamente etero” di quattro autrici milanesi, presentato venerdì al Mix, affronta il modo in cui la televisione rappresenta i rapporti tra donne

Notte di Capodanno del 2010. Un bacio proibito scuote la tranquilla routine del piccolo schermo. Sarah Nile e Veronica Ciardi, concorrenti del Grande Fratello 10, uniscono le loro labbra in quello che è il primo bacio saffico in diretta della storia della tv italiana. Una mossa scandalistica degli sceneggiatori? O un gesto d´amore autentico che sfida le convenzioni? L´episodio di per sé si sarebbe potuto facilmente archiviare tra le tante manifestazioni del trash tv, se non fosse che le due ragazze si ritrovano d´un colpo trasformate in icone lesbo. Eroine romantiche, loro malgrado, per migliaia di fan.
Una storia emblematica che quattro donne – tre autrici, la giornalista Elena Tebano, Milena Cannavacciuolo e Chiara Tarfano, e una regista, Marica Lizzardo, tutte attive a Milano e tutte tra i 35 e 40 anni – hanno raccontato nel documentario Diversamente etero, in anteprima venerdì al festival del cinema gaylesbico Mix (alle 22.45 alla Scatola magica dello Strehler), per indagare il tema della rappresentazione delle donne omosessuali sui nostri media. «Il documentario si apre con una domanda ai passanti – raccontano Elena Tebano e Marica Lizzardo – “Conosci una lesbica famosa?”. La risposta è un silenzio imbarazzato. A conferma di una sostanziale invisibilità».
Un immaginario vuoto (pochi ed edulcorati gli accenni in serial come Il padre delle spose, come mostra il documentario che fa anche un excursus sulla rappresentazione delle lesbiche, più aperta e franca, nella tv americana e inglese), inaspettatamente colmato dalle effusioni tra la ex coniglietta di Playboy Sarah e la “maestra di giorno, cubista di notte” Veronica. Non proprio Marlene Dietrich, per intenderci. Segno che il bisogno di riconoscersi, da parte di tante giovani lesbiche, è davvero forte. «Anche se dal Grande Fratello tentarono di minimizzare e oscurare il tutto, bollando il bacio come trasgressione e gioco di una sera – spiegano le autrici – nei mesi immediatamente successivi su Youtube nasce un canale di fan che fa una sorta di “regia parallela”, caricando sul web ogni momento intimo tra le due colto dal live di 24 ore. Il canale tocca rapidamente le 15mila iscritte, e quando la notizia arriva sul sito di cultura lesbica americano After Ellen riceve 12mila commenti». Ne nasce un autentico movimento, con ragazze che si spostano da casa e seguono le loro paladine negli show in discoteca. Si definiscono “sognatrici”, e in loro vedono un amore romantico e contrastato, alla Giulietta e Romeo versione gay. E la possibilità di uscire alla luce. Alla festa dell´8 aprile 2010 al Tocqueville, a Milano, arrivano in mille, anche da Spagna, Olanda, Germania. Alcune si raccontano, maschera sul viso, nel film: Karo, 24 anni, austriaca, ha trovato la forza di non nascondersi più, una madre spera che l´exploit delle gieffine in tv dia alla figlia lesbica una vita più “normale”, due donne sposate lasciano i mariti e si mettono insieme. E Sarah e “Vero”? «Loro continuano a dichiararsi etero, e con noi non hanno voluto parlare. Veronica ci ha rifiutato l´intervista, Sarah ce l´ha concessa ma poi non ci ha dato il permesso di pubblicarla».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.