Dalla rassegna stampa Libri

La marijuana di adamo ed eva

Dio non c´è e in ogni caso non era omofobo di Salvatore Coppola

Pamphlet creazionista per ridere. Dio non c´è e in ogni caso non era omofobo di Salvatore Coppola, militante antiomofobo sul serio, è come un caleidoscopio pieno di colori. Dove Coppola mostra di essere non solo un editore, ma anche uno scrittore piuttosto dissacrante. Il suo libretto è una corsa in giostra. È gioioso, innocente. Gioca coi millenari tabù della Chiesa, sorride sornione della sessuofobia che ossessiona la gerarchia vaticana.
Dio non c´è. Casomai ci fosse stato avrebbe mescolato anche il tempo e le culture, prendendo il meglio del passato e del presente. Così, tutto deve ancora avvenire ma Dio va su e giù per la Muraglia cinese e indugia in Sicilia. Però s´annoia. Crea Adamo, e anche il primo uomo s´annoia. L´arrivo di Eva coincide con la scoperta del sesso: va tutto a meraviglia, e mai Dio disapprova i loro incontri per niente procreativi. Non si adombra nemmeno quando i due trovano rigogliose piante di marjiuana, e inventano lo spinello.
Ma la convivenza e l´abitudine appannano il rapporto di coppia, sognano entrambi un altro partner. E Dio li accontenta creando un altro uomo e un´altra donna, Omada e Ave, che faranno conoscere ad Adamo ed Eva le gioie dell´omosessualità. Pagano e irriverente, Coppola condisce il suo libretto con alcune ricette di cucina e note di commento che mischiano l´alta e bassa cultura. Dove Manzoni convive coi cantautori e persino con Carlo Verdone. Senza mai mostrarsi scandalizzato.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.