Dalla rassegna stampa Cinema

Checco Zalone, esordio boom - In un giorno 2,4 milioni di euro

Esordio boom e subito al top per Che bella giornata, il nuovo film con Checco Zalone uscito l’altro ieri in 577 copie realizzando 2.406.285 euro, un incasso media per copia di 4.157 e il 50%degli incassi sul totale generale.

MILANO — Il film diretto da Gennaro Nunziante, prodotto dalla Taodue e distribuito da Medusa, guida la top ten del box office italiano del prefestivo, precedendo La Banda dei Babbi Natale (ancora Medusa) che in 444 copie ha incassato 503.805 superando i 18 mila euro totali. Al terzo posto la new entry Hereafter, il nuovo, toccante, film di Clint Eastwood, con 382.259 euro. E Checco Zalone, al secolo Luca Medici, è arrivato, teso ed emozionato, alla presentazione per la stampa del suo film a Bari. «Sono teso perché c’è pure Caspurso web, cioè il mio paese» , ha detto l’attore. «Molti giornalisti mi hanno accostato ad Alberto Sordi — ha continuato — ma il paragone mi sembra eccessivo» . In Che bella giornata, l’attore pugliese interpreta un ingenuo ragazzotto che sogna di fare il carabiniere. Raccomandato da uno zio vescovo, viene assunto come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. Qui conosce Farah (interpretata dalla debuttante Nabiha Akkari), una sedicente studentessa di architettura, che progetta in realtà di vendicare la sua famiglia con un agguato terroristico alla Madonnina di Milano. E Zalone diventa suo malgrado una vera minaccia al patrimonio artistico. Ora l’attore sta girando l’Italia per presentare il film nelle principali città: «Siamo andati a Firenze che è la piazza più difficile ed è stato un tripudio. Ridevano a ogni battuta. Ci siamo rigenerati. Poi non so se mi prendono in giro le persone» . E rispondendo a chi gli chiedeva come mai tutti aspettassero con tanta attesa l’uscita del suo nuovo lavoro, contrariamente a quanto successo con altri titoli con protagonisti anche divi hollywoodiani, Zalone ha risposto: «È perché sono molto più bono di Johnny Depp» . R. S.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.