Dalla rassegna stampa Spettacolo

La notte di Claudio Santamaria

L´attore protagonista di un monologo di Koltès “Il tema è la solitudine in lotta contro il potere” …«È stato spesso interpretato come un testo sull´omosessualità, a causa della biografia dell´autore. Ma è una lettura riduttiva. Si tratta invece di un testo fortemente politico: racconta di …

Un uomo solo e disperato, una tempestosa sinfonia di parole. Claudio Santamaria debutta alle 21 al Mercadante, piazza Municipio, nell´atto unico di Bernard Marie Koltes “La notte poco prima della foresta”. Musiche di Giuliano Sangiorgi, regia di Juan Diego Puerta Lopez. Repliche fino a domenica.
È la prima volta, Santamaria, che si trova in scena da solo?
«Sì, era un po´ che pensavo di fare un monologo: mi interessava proprio perché non mi ci ero mai cimentato. Così quando il regista mi ha proposto questo testo me ne sono innamorato immediatamente».
Da cosa si è sentito attratto?
«È stato spesso interpretato come un testo sull´omosessualità, a causa della biografia dell´autore. Ma è una lettura riduttiva. Si tratta invece di un testo fortemente politico: racconta di un uomo oppresso, frustrato, in lotta contro un potere invisibile contro cui non ci si può scontrare. Perché, dice il protagonista, i veri nemici non sono i banditi da strada, ma questi bastardi di cui neanche conosciamo la faccia».
Attuale?
«Sì, molto. Un testo attuale, uno spettacolo militante».
Negli anni lei ha abituato il pubblico a un´immagine di attore a 360 gradi. I film così detti leggeri, le grandi produzioni internazionali, la televisione e ora questo monologo…
«Amo gli attori che cambiano e mi piace fare cose sempre diverse. Fatta sempre salva la qualità».
Lei parla di un teatro militante. È anche impegnato contro i tagli alla cultura?
«Può giurarci. L´altro giorno a L´Aquila un signore mi ha fermato per strada, dicendomi che la sua vita è cambiata dopo avermi visto nella fiction su Rino Gaetano. Dopo anni ha ripreso a leggere, ad ascoltare musica. Dunque la cultura e lo spettacolo sono una risorsa. Qualcosa su cui investire, altro che tagli».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.