Dalla rassegna stampa Cinema

Ferzan Ozpetek negli USA

Si consolida negli Stati Uniti l’interesse e l’ammirazione per l’autore che fra i tanti successi ha diretto «Le fate ignoranti», «La finestra di fronte» e «Mine vaganti»

Dopo la personale del MOMA di New York (l’occasione che ha permesso a Madonna di esprimere tutta la sua sincera considerazione), c’è stata un mese fa l’affermazione nel concorso del Tribeca Film Festival diretto a New York da Robert De Niro. A coronamento della calorosa accoglienza americana, giunge adesso la personale di Ferzan Ozpetek organizzata congiuntamente dalla facoltà di Film and Televison dell’UCLA insieme a Cinecittà Luce e all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles. Una manifestazione sostenuta anche dal Dipartimento Cinema del Ministero della cultura italiano. Alla presenza del regista, numerosi gli incontri previsti con studenti, insegnanti e personalità della celebre Università californiana dalla quale sono usciti molti grandi cineasti e attori americani. “Fin da ragazzo ho coltivato il mito dell’Ucla che vedevo come una fucìna di registi e autori indipendenti, forse ancora più delle Major di Hollywood che pure stanno lì vicino”, sottolinea entusiasta ed emozionato il regista. “Sarei potuto andare in California a studiare ma poi Roma”.
Dal 4 al 12 giugno, le proiezioni degli otto film in programma nella prestigiosa sala Billy Wilder dell’Hammer Museum. «Mine vaganti» è stato venduto e sarà distribuito in oltre 25 paesi. Con la première di Los Angeles verrà anche ufficialmente candidato ai Golden Globes 2011.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.