Dalla rassegna stampa Cinema

Tutto Pasolini al Baretti Film, dibattiti e scandali

Maratona per lo scrittore -regista a San Salvario. Un´occasione per rivedere capolavori come “Accattone” e “Mamma Roma”

Gli organizzatori hanno anche recuperato documentari in cui l´artista combatteva l´omologazione culturale

Ritorno, per una notte, alla civiltà. Tra domani e domenica, non stop Pier Paolo Pasolini al cineteatro Baretti di largo Saluzzo. Non bastassero i film – una ricca selezione, dall´”Accattone” d´apertura, domani alle 14.30, a “Il Vangelo secondo Matteo” di chiusura, alle 18.30 di domenica – saranno i numerosi interventi tv, recuperati in importanti documentari come “Pasolini: cultura e società” di Carlo di Carlo (domani alle 20.30) o “La rabbia di Pasolini” di Giuseppe Bertolucci (alle 3 di notte), a ridisegnare un´Italia che si interroga sulle sue contraddizioni, in un aperto dibattito di idee, temerarie ma illuminate, e non in un´ottusa arena di vuote urla. Scomparso 35 anni fa in un´altra notte, ormai lontana, e mai punita (ma, tanto, “se l´era cercata”, era stata la diagnosi democristiana di Andreotti), Pasolini è l´Italia scomparsa, il Paese della “scomparsa delle lucciole”, cioè di una profetizzata omologazione subculturale, ancora ottimisticamente proiettata in giorni a venire e meno lugubri di quelli che stiamo apaticamente vivendo. La “24 ore di affabulazione tra il Palazzo e le lucciole”, coordinata da Claudio Canal e Damiano Accattoli, con Ninetto Davoli e Eugenio Cappuccio protagonisti domani alle 21 dell´incontro condotto da Steve Della Casa, diventa, oggi, lo scandalo postumo dello scrittore-regista, la notte del risveglio (se ancora possibile) dall´oppiacea assuefazione al tran tran tricolore. Per la nuova generazione, è l´occasione di gustare su grande schermo titoli ogni volta attaccati alla prima uscita (in un´Italia, già chiusetta, e chiesetta, ma ancora reattiva), come gli stupendi “La ricotta” e “Cosa sono le nuvole” (domani alle 20), “Mamma Roma”, con l´immensa Magnani (alle 1 di notte), “Edipo Re” (alle 6.30 di domenica), seguito da “Il fiore delle Mille e una notte” (ore 8.25), “Uccellacci e uccellini”, con Totò e Ninetto (10.40) e, alle 13, i documentari “Sopralluoghi in Palestina” e “Appunti per un´Orestiade”. Evento gratuito, in collaborazione con Cineteca di Bologna, Teche Rai, Associazione Pasolini, Centro Sperimentale di Cinematografia, il rimescolio delle coscienze via cinema sarà corroborato da letture, incontri (“Eros, pederastia e politica” domani alle 18.15), altri filmati (“Un mondo d´amore” di Aurelio Grimaldi, domani alle 16.30, “A futura memoria” di Ivo Micheli, alle 4.25) e persino da una via crucis “corsara” per le vie di San Salvario (alle 11.45 di domenica) e da un torneo di “pallapiazza” in largo Saluzzo, domani alle 15.30 e domenica alle 10.30. Per i maratoneti del cinema e i pentiti del nulla contemporaneo, tutti bisognosi di sostegno, sarà in funzione un punto di ristoro a base di sangria (offerta da Liberamensa), con finale merenda alle 16.30 di domenica in Largo Saluzzo.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.