Dalla rassegna stampa Cinema

Una famiglia particolare

Julianne Moore a Berlino per The kids are all right “mandare avanti una famiglia non è dissimile tra coppie omo e quelle etero.”

Berlino L’amore è il tempo passato insieme, ha spiegato a Berlino l’attrice Julianne Moore, protagonista con Annette Bening e Mark Ruffalo dell’ applauditissimo film di Lisa Cholodenko “The kids are all right” presentato ieri fuori concorso a Berlino. Il film è la storia di una bella famiglia con due belle mamme, Jules (Julianne Moore) e Nic (Annette Bening), e due splendidi ragazzi, Joni (Mia Wasikowska) e Laser (Josh Hutcherson), partoriti dalle due donne dopo una inseminazione artificale con sperma dello stesso donatore. L’arrivo ai 18 anni di Joni apre la possibilità di conoscere il padre naturale per i due ragazzi, che entrano così in contatto con Paul (Mark Ruffalo), un gaudente gastronomo di mezz’età affascinato dalla nuova situazione, con un desiderio di avere un propria famiglia, che per complicare le cose va anche a letto con Jules. “Gli anni passati insieme in un rapporto lasciano il segno, non solo negativamente” ha spiegato Moore ai giornalisti che le chiedevano cosa è per lei l’amore e come si è sentita a interpretare la parte di Jules, una donna lesbica di mezza età che vive da anni con Nic e con i loro due figli. “mandare avanti una famiglia non è dissimile tra coppie omo e quelle etero.”

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.