Dalla rassegna stampa Libri

GLI EROI DA ROMANZO DIVENTANO BISEX

Dagli Usa all’Italia una nuova moda nei libri “young adult” – Se è vero, come sostiene tra gli altri Umberto Veronesi, che nel giro di due o tre generazioni l’intera specie umana diventerà bisessuale per la progressiva scomparsa delle differenze di genere, c’è chi in campo letterario si sta già …

Se è vero, come sostiene tra gli altri Umberto Veronesi, che nel giro di due o tre generazioni l’intera specie umana diventerà bisessuale per la progressiva scomparsa delle differenze di genere, c’è chi in campo letterario si sta già allineando al trend. Rivolgendosi soprattutto ai più giovani, destinatari anagraficamente privilegiati ad accogliere la fine degli ultimi tabù. Dopo maghetti e streghe, elfi, fate e vampiri, è dagli States che, come (quasi) sempre, arriva l’ultima tendenza della narrativa young adult: romanzi che hanno per protagonisti adolescenti confusi alle prese con l’arduo tentativo di definire la propria identità, soprattutto in campo sessuale. Giovani bisex e transgender che dopo un lungo percorso riescono finalmente a rivendicare le proprie scelte e a essere artefici di una vita diversa.

A fine gennaio Elliot ha lancia Ash, romanzo d’esordio della cinoamericana Malinda Lo, uscito negli USA a settembre (200.000 copie vendute) e inserito dalle librerie online Amazon e Barnes&Noble tra i migliori romanzi young adult 2009. Un libro che in America ha destato scandalo perché ripropone una riscrittura in chiave bisex della favola sempiterna di Cenerentola. Tanto che parecchie “moms” sul piede di guerra hanno vietato ai figli di partecipare agli incontri a scuola con l’autrice. Lanciato da Little Brown, lo stesso editore di Twilight che spera di bissarne il successo, il romanzo racconta la storia di Ash (diminutivo di Aisling e “cenere” in inglese), una ragazzina vessata da matrigna e sorellastre in un reame fuori dal tempo, indecisa se donarsi all’ambiguo e magico Sidhean o alla bella e determinata Kaisa, la terrena Cacciatrice del Re. Due pretendenti che simboleggiano lo scontro tra uomo e donna, fantastico e reale. E che porteranno Ash a concedersi a entrambi prima della scelta finale. Una vicenda a tinte forti ma narrata coni toni poetici, fiabeschie fatati tipici di ogni fantasy che si rispetti. Decisamente più realista è Luna, pluripremiato romanzo di Julie Anna Peters uscito negli USA tre anni fa e acquistato in Italia da Giunti che lo pubblicherà ad aprile nella collana young adult Y. Qui è una ragazza di nome Regan a raccontare con humour e naturalezza le complicazioni che le derivano dall’avere un fratello transessuale. E anche da Einaudi Stile Libero è in arrivo un romanzo simile: Cycler di Lauren McLaughlin, sull’inspiegabile metamorfosi di Jill, una diciassettenne che per quattro giorni al mese diventa un maschio di nome Jack.

Come spiega Simone Caltabellota, editor di Elliot (e scopritore di Twilight quando lavorava alla Fazi), “i romanzi per adolescenti su transessualità o bisessualità, come Ash, dimostrano una vitalità del genere young adult sconosciuta alla narrativa per adulti. Forse perché essendo un fenomeno più recente non ci sono regole prefissatee chi scrive si sente più libero di trovare strade nuove”.

A essere vincenti, almeno sulla carta, sono soprattutto i personaggi femminili, forti e indipendenti, che non hanno più bisogno di principi moderni, quelli con soldi e televisioni.

Ash non è più la Cenerentola passiva dei fratelli Grimm, si ribella al proprio destino scegliendone un altro. Così Martina Donati, responsabile del contenitore Y di Giunti spiega: “Non possiamo continuare a offrire ai giovani modelli ottocenteschi. L’editoria deve aggiornarsi e parlare il loro linguaggio”. Tanto più che in romanzi come Ashe Lunaa trionfare alla fine sono i sentimenti.

È proprio vero che alla fine, come diceva lo scrittore irlandese McLiam Wilson, “tutte le storie sono storie d’amore”.

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.