Dalla rassegna stampa Cinema

Isola nuda, un documentario di Debora Inguglia

Il 29 aprile ’09 il documentario ISOLA NUDA della regista palermitana Debora Inguglia sarà presentato in concorso al 24° Torino GLBT Festival…

COMUNICATO STAMPA

Il 29 aprile ’09 il documentario ISOLA NUDA della regista palermitana Debora Inguglia sarà presentato in concorso al 24° Torino GLBT Festival. Il documentario prende le mosse da un fatto di cronaca accaduto a Catania nel 1939 ovvero l’arresto e la deportazione al confino nell’isola di Ustica di quaranta omosessuali colpevoli esclusivamente della loro condizione considerata una minaccia “per la sanità e il miglioramento della razza … “. Debora Inguglia ha conseguito la laurea in Film e Video presso il London College of Communication di Londra. ISOLA NUDA è prodotto dall’associazione culturale Visionaria di Palermo in collaborazione con la Regione Siciliana – Dipartimento Regionale dei Beni Culturali, Ambientali e della Educazione Permanente e la Sicilia Film Commission.

IL FATTO
Nel 1939, in seguito all’omicidio di un pederasta, quarantasei omosessuali catanesi venivano arrestati e sottoposti ad una serie di interrogatori e di umilianti ispezioni corporali. Incatenati e ammucchiati come criminali colpevoli di un reato a loro ancora sconosciuto, venivano quindi spediti al confino sull’isola di Ustica. Intanto, in tutta l’Italia un crescente numero di omosessuali veniva mandato in varie località di confino nel tentativo di arginare quello che era ritenuto un pericolo incombente per la morale nazionale e per il disegno fascista della creazione di un uomo nuovo dedito ai valori della famiglia e dello stato. Però inaspettatamente il confino, in quanto allontanamento dall’ordinario spazio sociale, si trasformò in un luogo/non-luogo che in alcuni dei pederasti facilitò una progressiva liberazione, un inconsapevole affrancamento dalla percezione di un sé vissuto come naturale benché costruito dalle regole sociali.
Sembra essersi verificato, anche se solo a tratti, un progressivo e sottile ribaltamento delle sorti e cioè il trasformarsi di un’ isola adibita a spazio di prigionia in uno spazio di libertà.

IL DOCUMENTARIO (Durata: 54’)
«Isola Nuda è una storia che, ispirata a fatti e persone reali, aspira a una rappresentazione fortemente visuale e capace di portare sullo schermo la dimensione più intima dei suoi protagonisti. Il piano sequenza insieme a un uso della luce che, seppure in uno stile naturalistico, enfatizza l’interiorità dei personaggi sono i mezzi chiave di un approccio che punta sulla fotografia come essenziale canale di comunicazione della storia. Un cinema visivo dove la dimensione del tempo reale svanisce e i limiti tra il presente e il passato sono annullati in una dimensione soggettiva del tempo.»
Debora Inguglia
Regia Debora Inguglia
Soggetto Debora Inguglia e Diego Della Volpe
Fotografia e riprese Agata Katia Lo Coco
Musiche Antonio Vivaldi, “Le Quattro Stagioni – Inverno, II movimento”
Montaggio Dario Riccobono
Sound design Danilo Romancino Luca Rinaldo
Prodotto da Visionaria
Responsabile di progetto Silvia Scerrino
Produttore associato Giuseppe Bisso
Coordinatrice di progetto Ornella D’Anna
Coordinatore scientifico Cirus Rinaldi
Ricerche storiche Marco Valerio Bonazzi
Assistente alla regia Giuseppe Giambertone
Assistente alla comunicazione Sergio Nuzzo
Traduzioni Katia Fiorentino
Ufficio stampa Giovannella Brancato 340 8334979 [email protected]

LA REGISTA
Debora Inguglia è nata a Palermo e vive a Londra dove ha seguito il corso di laurea in Film e Video presso il London College of Communication. Ha al suo attivo una serie di cortometraggi realizzati sia in Inghilterra che in Italia. Isola Nuda, è stato presentato in anteprima al National Film Theatre di Londra nel 2007 ed è stato selezionato in concorso al Torino GLBT Festival 2009. La Inguglia sta attualmente lavorando alla sceneggiatura del suo primo lungometraggio.

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.