Dalla rassegna stampa Libri

Quando l'amore non basta

“Quando l’amore non basta” di Angela Siciliano (Ginko edizioni, 2008) è un piccolo romanzo d’esordio, appena 96 pagine, che con una scrittura piena e scorrevole, racconta la storia d’amore tra una donna che mente a se stessa e un’altra che non può vivere lontana dalla verità…

“Quando l’amore non basta” di Angela Siciliano (Ginko edizioni, 2008) è un piccolo romanzo d’esordio, appena 96 pagine, che con una scrittura piena e scorrevole, racconta la storia d’amore tra una donna che mente a se stessa e un’altra che non può vivere lontana dalla verità.
Serena che, per quieto vivere famigliare, lascia la donna che ama, si sposa, fa un figlio, rientra tra le righe di una normalità e di un benessere apparenti.

L’altra la rivede a Copenaghen, città in cui si è trasferita dopo anni di viaggi e avventure, dopo essere stata lasciata e mentre sta per traslocare in una nuova casa con la sua nuova compagna.
In mezzo 18 anni di lettere in cui Serena ha cercato ostinatamente di trasformare il loro amore in amicizia, mentre l’altra ha dovuto scoprire l’estrema solitudine prima di riuscire ad innamorarsi ancora, ma solo così ha capito che la femminilità ha una sola regola: essere se stesse e non negare mai il proprio amore. Si rivedono perciò per quello che sarà il loro ultimo incontro e l’ultima sfida tra i loro due modi di amare.

Scrive Grazia Verasani (autrice di Quo vadis, baby?) che “Quando l’amore non basta” è “un romanzo su un amore mancato e sul rimpianto inammissibile, sulle interferenze esterne che a volte annullano gli istinti e i bisogni naturali e sull’importanza di chiedere scusa – anche se tardivamente – a chi ha pagato il prezzo delle nostre rinunce pareggiando i conti con il proprio coraggio”. Il tutto descritto e raccontato sempre in bilico, tra confessione autobiografica e invenzione letteraria anche se qualche divagazione di troppo rallenta e appesantisce, un poco, lo sviluppo della storia.

Opera prima di Angela Siciliano, scrittrice emergente trasferitasi da diversi anni in Danimarca dove si è sposata con una giornalista danese, la quale scrive che “tra l’Italia e la Danimarca, quando la conversazione si concentra sull’argomento omosessualità sento frasi che vanno da «Ma ormai non è più un problema! » a «Sarà purtroppo sempre un problema!», a seconda dell’ottimismo o del pessimismo dell’interlocutore.
E io non posso che dare ragione ad ambedue le conclusioni e anche a tutte le altre posizione di mezzo, dato che in realtà dipende molto dall’ambiente, l’età, il livello culturale, la tradizione, la religione e l’approccio personale. In ogni caso la dignità e il diritto di esistere così come siamo non ce li devono concedere gli altri, ce li abbiamo già con noi fin dalla nascita”.

Parole che sottoscriviamo in pieno, perché a volte “l’amore non basta”.

http://www.gionata.org/

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.