Dalla rassegna stampa Teatro

"Le mille bolle blu" torna Filippo Luna

…Lo spettacolo è tratto dall´omonimo racconto contenuto nel libro “Muore lentamente chi evita una passione” della Pietro Vittorietti edizioni: si tratta di una raccolta di dieci storie, tutte autentiche, di omosessualità maschile in Sicilia dai primi del Novecento fino ai giorni nostri…

Fino a domenica al Nuovo Montevergini

L´attore dirige e interpreta il monologo di Salvatore Rizzo che racconta la storia d´amore tra Nardino ed Emanuele

Palermo – Torna in scena alle 21,15 al Nuovo Montevergini “Le mille bolle blu”, il monologo scritto dal giornalista Salvatore Rizzo, interpretato e diretto da Filippo Luna. Lo spettacolo è tratto dall´omonimo racconto contenuto nel libro “Muore lentamente chi evita una passione” della Pietro Vittorietti edizioni: si tratta di una raccolta di dieci storie, tutte autentiche, di omosessualità maschile in Sicilia dai primi del Novecento fino ai giorni nostri, scritte da Rizzo, Angela Mannino e Maria Elena Vittorietti. Luna debutta qui alla regia e fa centro con una prova di grande intensità: in scena da solo, dà vita a una struggente storia d´amore, quella tra Nardino il barbiere ed Emanuele, avvocato, vissuta per trent´anni nella clandestinità. Il funerale di Emanuele sarà l´occasione, per Nardino, per ripercorrere il sentimento vivo e profondo che ha tenuto in piedi una relazione difficile, nonostante la vita «regolare» da mariti e padri di famiglia. Il patto d´amore tra i due resterà inossidabile per tre decenni, dal 1961, l´anno in cui Mina incantava con la sua “Mille bolle blu” fino al ´91, quando Emanuele muore per un male incurabile. I due giovani s´innamorano proprio nella bottega del barbiere dove Nardino comincia come apprendista e poi la relazione viene scandita dalla presenza della radio, con le canzoni dell´epoca che segnano il tempo dell´amore e della storia. Repliche fino a domenica; il biglietto costa 7 euro, informazioni allo 091 6124314.
l. n.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.