Dalla rassegna stampa Cinema

ULTIME TENDENZE DAGLI USA: IN TV MEGLIO UNA LESBICA DIVERTENTE DI UNA NEGRA CHE TIFA OBAMA

CALA OPRAH WINFREY, CRESCE ELLEN DEGENERES, LANCIATA IN TV PROPRIO DALLA CARRÀ AMERICANA

La, bianca, viene dalla Louisiana, ama i calzini lunghi e conduce lo show che sta facendo ombra a Oprah Winfrey: la star tv del momento in America è Ellen DeGeneres, altrimenti nota come «Funny Lesbian», la lesbica divertente. L’ascesa di popolarità di Ellen è la cartina tornasole della crisi di Oprah. Da quando lo show della Winfrey ha iniziato a perdere spettatori, a seguito del suo schieramento a favore della candidatura di Barack Obama alla Casa Bianca, l’«Ellen DeGeneres Show» ne ha guadagnati.

Il primo segnale è arrivato con i risultati dell’Harris Poll, che ogni anno misura la popolarità dei volti tv: la favorita Oprah è finita al secondo posto, sorpassata dal balzo in avanti di Ellen, che l’anno precedente era solo ottava. Poi è arrivato un sondaggio Aol dai numeri sorprendenti: il titolo di «Top Daytime Tv Host» è andato a Ellen grazie al 46 per cento delle preferenze, con Oprah relegata al 19 per cento.

Sebbene nei numeri reali di spettatori Ellen resti ben dietro a Oprah – tre milioni contro oltre sette – non c’è dubbio, come si scrive a Hollywood, che «il suo show è l’unico che continua a crescere in una fase di difficoltà generale».

Ironia della sorte vuole che fosse stata proprio la Winfrey a lanciare la DeGeneres come volto tv, ospitandola nel 1997 e facendole raccontare per la prima volta gli abusi subiti dal secondo marito della madre. Da allora Ellen DeGeneres ha sommato i successi come attrice – fra l’altro ha dato la voce a Dory nel film «Nemo» di Disney – alla progressiva affermazione dello show tv distribuito da Warner Brothers, cui in pochi anni sono andate 23 nomination e tre vittorie negli Emmys.

Accomunata a Oprah dall’avere un rapporto diretto e caldo con il proprio pubblico, Ellen si distingue invece per guidare una trasmissione assai più movimentata: il pubblico in studio si alza e danza, intona motivi di canzoni che lei e gli ospiti devono indovinare dando vita a giochi collettivi sempre diversi.

Alla fine il pubblico è protagonista ancor più della stessa conduttrice. Senza contare il fatto che in studio siede sempre Betty, la mamma di Ellen. Sono questi show molto movimentati, una via di mezzo fra il parterre di un concerto e una sala giochi, che l’hanno fatta definire dal magazine «People» come «l’unica lesbica che può finire dentro il poster di una camera di bambini».

Ma quando è il momento del «Fireplace», il caminetto, Ellen diventa più seria e intervista gli ospiti vip riuscendo ad ottenere dichiarazioni, battute e perfino smorfie che fanno i titoli dei giornali dell’indomani. Negli ultimi giorni è avvenuto prima con l’appena sposata Jenna Bush, quando Ellen è riuscita a farsi promettere in diretta di potersi sposare nel ranch presidenziale di Crawford con la partner di sempre, Portia de Rossi, e poi nel tu per tu con il candidato repubblicano John McCain, che ha quasi fatto arrossire difendendo a spada tratta il diritto alle nozze gay «perché tutti amiamo allo stesso modo persone differenti».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.