Dalla rassegna stampa Cinema

Sex and the city: il mito di Elena, il sesso e l'amore..in attesa del film

In attesa del debutto di Sex and the city sul grande schermo, previsto per maggio, una riflessione su questa serie cult della Hbo…

In attesa del debutto di Sex and the city sul grande schermo, previsto per maggio, una riflessione su questa serie cult della Hbo. In Sex and the city troviamo il tema dell’eros come forza primordiale che domina la vita delle cinque protagoniste. La fiction è ambientata a Manhattan e ruota intorno a quattro amiche indipendenti e disinibite, alle loro relazioni sentimentali e alle loro esperienze sessuali. Carrie è una scrittrice di costume, Charlotte dirige una galleria d’arte, Samantha è una press agent di successo e Miranda un avvocato. Eppure nessuna di loro, come l’Elena del mito greco, può fare a meno della “cosa più bella”: per Charlotte è l’amore da favola, per Carrie la relazione stabile fra alti e bassi, per vivacizzare il rapporto; per Miranda è la storia gestibile parallelamente alla carriera; per Samantha è il sesso ben fatto. Quest’ultima, che evita ogni coinvolgimento emotivo nei suoi appuntamenti sessuali con uomini sempre diversi, è proprio emblema di quell’Elena che si abbandona a ogni sorta di impudicizia pur di soddisfare la sua passione. Tale ricerca del piacere sarà in qualche modo punita dal destino, visto che Samantha si troverà a combattere contro un cancro al seno.

Samantha Jones, seduttrice e libertina, è tra l’altro il mentore del gruppo di amiche protagoniste della serie (Carrie Bradshaw, Miranda Hobbes e Charlotte York). Nel regno dell’amore, la funzione del mentore può essere quella di introdurre ai misteri dell’amore o del sesso. L’imprenditrice, che evita ogni coinvolgimento emotivo nei suoi appuntamenti sessuali con uomini sempre diversi e intreccia addirittura relazioni con una coppia gay, una lesbica e un settantenne, aiuta le tre amiche (soprattutto la timida e pudica Charlotte) a vivere la rispettiva sessualità con meno freni inibitori e tabù.

NB Materiale non riproducibile perché depositato (tratto dalla tesi di laurea di Elena Redaelli)

da Blogosfere

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.