Dalla rassegna stampa Cinema

I belli e i dannati di Gus Van Sant

Da oggi all´Oberdan omaggio al regista in sette film, da Elephant al recente Paranoid Park premiato a Cannes

Milano – A: “Ho sempre voluto raccontare gli adolescenti”. B: “Gli adolescenti sono sempre uguali: cambiano i tempi in cui vivono”. Ergo: “Nei miei film cerco di cogliere quel momento dell´adolescenza che ti sconvolge la vita”. Il sillogismo, ricavato dalle dichiarazioni allo scorso Festival di Cannes, spiega l´intera cinematografia di Gus Van Sant, cui la Cineteca Italiana dedica da oggi al 2 marzo all´Oberdan un omaggio in sette film, i più rappresentativi della sua produzione degli ultimi vent´anni. È dell´89 la rivelazione al grande pubblico con Drugstore Cowboy (il 24 e 29), sul mondo della droga (con una particina-cameo per William Burroughs). È del 2007 l´ennesima ri-rivelazione con Paranoid Park, sorta di “Skateboard Cowboy” e, insieme, aggiornamento di Delitto e castigo (“il mio Alex è Raskolnikov con lo skate”), che gli merita il Gran Premio della Giuria a Cannes, per la luminosa capacità di raccontare la storia attraverso la testa e lo sguardo del protagonista sedicenne, la cui vita è sconvolta dall´omicidio fortuito d´un agente di sicurezza. Altri incidenti “fortuiti”, cioè dovuti alle ‘fatalità´ dell´attuale società, dove “i teenager vengon considerati solo consumatori e oggetti di consumo”, sono al cuore di film come Elephant, sulla strage in una high-school di Portland, Palme d´or a Cannes 2003 (stasera alle 21.30 e l´1) e Last Days del 2005, con Asia Argento (il 20 e 23), sugli ultimi giorni di Kurt Cobain, rockstar dei Nirvana.
Inquietudini e malesseri dell´adolescenza sono al cuore anche degli altri titoli: Da morire del 1995 (il 17 e 27), con Nicole Kidman femme fatale senza scrupoli, Belli e dannati del 1991 (il 16 e 22), con River Phoenix, Keanu Reeves e Chiara Caselli, su amicizia virile e omosessualità, e Cowgirl-Il nuovo sesso del 1993 (il 15 e 28), western visionario con Uma Thurman.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.