Dalla rassegna stampa Cinema

"Gay-Eye", contaminazioni al cinema

Il cinema al Gay Village in questa quarta edizione riprende le sembianze di “Gay-Eye”: uno sguardo attento alla produzione audiovisiva a tematica omosessuale che ruota intorno al concetto di contaminazione…

Il cinema al Gay Village in questa quarta edizione riprende le sembianze di “Gay-Eye”: uno sguardo attento alla produzione audiovisiva a tematica omosessuale che ruota intorno al concetto di contaminazione. Contaminazione tra letteratura e cinema, ma anche tra generi, dal cinema alla fiction televisiva, al documentario che si influenzano vicendevolmente. Così come di contaminazione si può parlare a proposito dei protagonisti e/o registi dei film che verranno proiettati. La rassegna parte oggi con un omaggio a Pier Paolo Pasolini in occasione del trentennale del suo assassinio. Verrà proiettato “Pasolini e la morte”, regia di Massimo Guglielmi, lungometraggio il cui protagonista è il pittore friulano Giuseppe Zigaina che ha conosciuto ed è stato amico di Pier Paolo Pasolini: un artista figurativo, quindi, che racconta la sua personalissima onirica interpretazione della morte del poeta. Il regista presenzierà alla proiezione. Alle 21.30 al Gay Village, parco San Sebastiano, via delle Terme di Caracalla 55 a ROMA. La rassegna è curata da Giorgio Morelli, Luigi Soffietti e Gabriella Romano Gianmarco Pandozy. E al Gay Village del parco delle Cascate, laghetto dell’Eur, via Cristoforo Colombo, dalle 20 alle 21.30 “Happy Hour”: ingresso gratuito e Disco Spinning con dj. Accademia Sistina presenta giovani emergenti. A seguire discoteca con Rob Sykes dj direttamente da Barcellona.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.