Dalla rassegna stampa Cinema

CORTOVITERBO2007: UN SUCCESSO STRAORDINARIO

…Grande l’entusiasmo del pubblico durante due episodi che hanno colorato la serata di premiazione: il premio alla miglior attrice consegnato ad un uomo trans proprio nel giorno in cui a Roma sfilava il Gay Pride, Antonio Cecchi, grande interprete di Offerte Speciali, stravagante “parto” di …

“Quando le iniziative hanno un successo come quello registrato dalla seconda edizione di Cortoviterbo, non si può che iniziare a pensare all’edizione 2008 sin da ora”. Questo il commento del consigliere comunale Gianluca Salza, che un anno fa propose Viterbo come sede della manifestazione di cortometraggi e che oggi, al termine della seconda edizione, esprime tutta la propria soddisfazione per l’ottimo esito .
“Cortoviterbo”, ha continuato Salza, “si è attestata come manifestazione vincente non solo per la qualità, ma anche per la quantità: qualità dei lavori proposti ed esaminati dalla Heat Produzioni, qualità dei professionisti , attori, registi, addetti ai lavori dello spettacolo, che con la loro partecipazione hanno conferito grande prestigio all’iniziativa e quantità di pubblico, soprattutto giovane, che ha potuto conoscere da vicino il mondo del cinema e godere di tre serate davvero speciali al teatro Unione”.

Tre serate, dal 14 al 16 giugno, ospitate nella splendida cornice del Teatro dell’Unione di Viterbo, con molti ospiti e novità. Sono stati visionati più di 150 cortometraggi; la maggior parte di questi di altissima qualità sia narrativa che estetica. Non è stato facile scegliere quelli da mettere in gara ed è così che si è arrivati a presentare 19 corti, invece che i 12 previsti inizialmente. Il materiale valutato da una giuria di esperti composta da: Giovanni Robbiano, sceneggiatore e regista e portavoce della giuria; Franco Bellomo, fotografo di scena; Seanne Grasso, scenografa e Roland Sejko, giornalista e responsabile dell’Archivio Storico dell’Istituto Luce. La Giuria ha assegnato i seguenti premi:

MIGLIOR FILM CORTOVITERBO 2007 :
NOEMI di Sydney Sibilia e Fabio Ferro
Targa di Cortoviterbo 2007 e 1200 mt di pellicola 16mm, macchina da presa in uso gratuito per una settimana, sviluppo e stampa.

MIGLIOR FOTOGRAFIA:
Matteo Cocco di L’AGENTE SEGRETO di Massimo Di Biase
Targa di Cortoviterbo 2007 e videocamera digitale

MIGLIORE ATTRICE:
ANTONIO CECCHI di Offerte Speciali regia di Gianni Gatti (è un uomo, ma nel corto fa una donna trans e la giuria ha pensato di darle questo “premio” particolare)
Targa di Cortoviterbo 2007 e Cofanetto di prodotti termali offerto dal Grand Hotel Salus e delle Terme – Pianeta Benessere

MIGLIORE ATTORE:
Premio ex equo per Peppino Mazzotta e Andrea Bruschi di UNA PASSIONE NON TRASCURABILE REGIA DI Antonio Vladimir Marino
Targa di Cortoviterbo 2007 e Cesto di Prodotti tipici della Tuscia

MIGLIORE ATTORE UNDER ‘30:
Premio ex equo va Giuseppe Pollicelli ed Emiliano Rubbi di UN CERTAIN REGARD regia di Mario Tani
Targa di Cortoviterbo 2007 e corso di recitazione professionale offerto dall’Accademia Rosebud di Roma

MIGLIOR REGIA UNDER ’30: Tana Libera tutti di Vito Palmieri
Targa di Cortoviterbo 2007 e week-end offerto dall’agenzia di Viaggi Miles and Miles nell’agriturismo Ille-Roif.

PREMIO DEL PUBBLICO: Tana Libera tutti di Vito Palmieri
Targa di Cortoviterbo 2007 e Cesto di Prodotti tipici della Tuscia

PREMIO ISPIA: Sangue del Mio Sangue di Luca Pascuccio
Targa di Cortoviterbo 2007

Grande l’entusiasmo del pubblico durante due episodi che hanno colorato la serata di premiazione:
il premio alla miglior attrice consegnato ad un uomo trans proprio nel giorno in cui a Roma sfilava il Gay Pride, Antonio Cecchi, grande interprete di Offerte Speciali, stravagante “parto” di un trans in un supermercato.
L’altro frizzante momento è stato la consegna del premio al miglior film tramite cellulare. I due autori vincitori con “Noemi”, Sydney Sibilia e Fabio Ferro, diretti a Viterbo per ritirare il loro premio, hanno avuto un incidente d’auto fortunatamente non grave, ma che gli ha impedito di raggiungere il palco dell’Unione.
La direttrice artistica Dania Appolloni, che avrebbe dovuto consegnare loro il premio, ha soluzionato l’assenza chiamandoli al cellulare e facendogli arrivare l’applauso del pubblico in platea. Grande l’emozione dei ragazzi vincitori che domani saranno a Roma a ritirare il loro premio.
Venerdì sera la kermesse ha visto la presenza di numerosi Vip: Giada e Patrizia de Blanck, il regista Pierfrancesco Pingitore, Carlo Delle Piane e il comico Franco Neri che ha intrattenuto il pubblico con le sue battute.
La nuova direzione artistica ha ideato due sezioni di concorso: una dedicata al corto comico e l’altra aperta a tutti i generi ma firmati da filmakers under 30.
Cortoviterbo si presenta infatti come un contenitore di eventi dedicati soprattutto ai giovani, che sono culminate in queste tre serate di concorso.
Il primo evento “Cinema tra i banchi” si è svolto in maggio presso l’Istituto Ipsia di Viterhbo (Istituto professionale industria e artigianato). Si trattava di un corso sui mestieri del cinema diviso in quattro lezioni: produzione, scenografia, fotografia e costumi. Dei veri professionisti hanno lasciato il set per un giorno e sono saliti in cattedra per una lezione sul loro mestiere con gli studenti.
Il primo incontro è stato con il produttore Marco Quintili e il giovane direttore di produzione Christian Scacco che hanno tenuto una lezione sulla produzione cinematografica. Poi è stata la volta della scenografa italo-inglese Seanne Grasso che ha ripercorso in una frizzante lezione le tecniche scenografiche dallo schizzo alla realizzazione scenica. Per la fotografia sono saliti in cattedra Maurizio Calvesi e Alessandro Gentili, rispettivamente direttore della fotografia e operatore di macchina che hanno collaborato e firmato film come “Viaggio Segreto” di Roberto Andò, “I giorni dell’Abbandono” di Roberto Faenza, “L’ultimo Capodanno dell’Umanità” di Marco Risi, “Occhio Pinocchio” di Francesco Nuti e molti altri successi. L’ultimo appuntamento è stato con la costumista Paola Bonucci. che ha firmato film come “Libero Burro” di Sergio Castellitto, “Il Commissario Montalbano”, “I laureati” di Leonardo Pieraccioni, “Senza pelle” di Alessandro D’Alatri, e molti altri successi.
All’interno del Teatro dell’Unione è stata allestita per tutta la durata del festival la mostra fotografica “I Fotogrammi di Franco Bellomo” sui quarant’anni di carriera del noto fotografo di scena con foto tratte da memorabili film della storia del cinema.

da http://www.cortoviterbo.com/

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.