Dalla rassegna stampa Cinema

Gentile omaggio di «condom» per il film sul sesso a Singapore

Foto e condom «tuttifrutti» per lanciare un film. E’ accaduto ieri al Palais du Cinéma per Pleasure Factory del regista thailandese Ekachai Uekrongtham (nella foto), già autore di Beautiful Boxer…

Foto e condom «tuttifrutti» per lanciare un film. E’ accaduto ieri al Palais du Cinéma per Pleasure Factory del regista thailandese Ekachai Uekrongtham (nella foto), già autore di Beautiful Boxer, presentato a Cannes nel 2003. Ieri è accaduto che, oltre alle fotografie del film, dentro un’elegante scatola rossa che sostituiva la tradizionale e ben più malinconica cartella stampa, fosse distribuito anche un preservatorivo del genere «tuttifrutti» con tanto di istruzioni per l’uso.
Pleasure Factory è ispirato a una storia vera. Racconta la cronaca di una notte a Geylang, popolare quartiere del sesso a pagamento di Singapore. Tra i protagonisti un impacciato ragazzo alla prova con la sua prima esperienza sessuale, una ragazzina che si vede iniziare alla prostituzione ed una squillo di lusso che si porta a casa un ragazzo che suona ai tavoli dei ristoranti come se fosse il fidanzato. Il film, girato con attori professionisti e con persone che lavorano davvero in quel quartiere, spiega il regista, «vuole mostrare le barriere che impediscono ai personaggi di conoscere davvero il piacere. Volevo fare un film profondamente realista e sincero. Che ci si confrontasse con un mondo allo stesso tempo ripugnante e bello, oscuro e luminoso, triste e allegro, rozzo e raffinato».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.