Dalla rassegna stampa Cinema

Il sogno viaggia su una Cadillac rosa

Spettacoli scintillanti, sederi roteanti, sorrisi e canzoni: ‘Dreamgirls’ di Bill Condon, musical tratto da un musical di un quarto di secolo fa rimasto in scena a Broadway quattro anni,…

Spettacoli scintillanti, sederi roteanti, sorrisi e canzoni: ‘Dreamgirls’ di Bill Condon, musical tratto da un musical di un quarto di secolo fa rimasto in scena a Broadway quattro anni, ripercorre la storia anni Sessanta di Diana Ross, del Detroit Sound, della Motown Records, la prima casa discografica nera che riuscì a creare molte star nere, a mescolare musica nera e bianca conquistando il pubblico bianco, ad avere grande successo, a definire un’epoca.

Fondata nel 1959 a Detroit dal venditore d’automobili Berry Gordy, la Motown scritturò due anni dopo un trio di debuttanti nere, le Marvelettes, future Primettes, Dreamgirls, Supremes (altri trio si chiamavano all’epoca The Vandellas, the Crystals, the Silhouettes). Una di loro, Florence Ballard, voce meravigliosa e aspetto troppo semplice, proprietaria di una Cadillac Eldorado rosa, vincitrice di otto dischi d’oro in due anni, lasciò il trio e morì all’ospedale nel 1976 in assoluta povertà. Mary Wilson, la seconda voce del trio, morì dissanguata dopo un incidente d’auto per non essere stata accolta in un ospedale per soli bianchi. La terza voce diventò Diana Ross, capo-trio e moglie del padrone: lasciò la Motown per il cinema nei Settanta, per interpretare la parte di Billie Holliday in ‘La signora canta il blues’. Anche il cantante principale morì male: si uccise perché i tempi erano cambiati e la Motown non lo voleva più.

Questa vicenda è la cosa più interessante e commovente di ‘Dreamgirls’. Poi è bravissimo Eddie Murphy che interpreta genialmente il cantante; sono ricchi e bellissimi i costumi ideati da Sharen Davis; è molto affascinante Beyoncé Knowles che interpreta Diana Ross. Ma l’ambientazione negli anni Sessanta è sommaria, e la musica è mediocre.

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.