Dalla rassegna stampa Cinema

A Firenze 'Grune Rose' sullo sterminio degli omosessuali

Iniziative Arcigay in tutta Italia in occasione del Giorno della Memoria – Tra le novità di quest’anno il film inedito ‘Grune Rose’, che racconta lo sterminio degli omosessuali nei lager e sarà proiettato in anteprima a Firenze, alle 20.45, in piazza Tasso, 1.

Il cortometraggio, coprodotto da Arcigay Firenze insieme a Visions (Milano) per la regia di Dario Picciau, è un omaggio all’artista testimone della persecuzione nazifascista

Bologna, 26 gen. (Adnkronos/Ign) – Furono circa 100mila gli omosessuali perseguitati dal nazifascismo, 15mila dei quali internati nei lager, dove circa 10mila trovarono la morte. Tra le città interessate Trieste e Bologna, che ospitano lapidi in memoria delle lesbiche e dei gay uccisi durante l’Olocausto, Padova, Verona, Bolzano, Aosta, Genova, Reggio Emilia, Firenze, Pisa, Perugia, Roma, Napoli e Brescia.

Film inediti, nuovi saggi storici e documentari al centro delle iniziative in giro per l’Italia con cui Arcigay ricorderà, in occasione del Giorno della Memoria di domani, le vittime omosessuali della persecuzione nazifascista. Convegni, video-proiezioni, spettacoli teatrali, cerimonie ufficiali, deposizioni di fiori, letture pubbliche e presentazioni di libri, esposizioni di mostre multi-lingue.

Tra le novità di quest’anno il film inedito ‘Grune Rose’, che racconta lo sterminio degli omosessuali nei lager e sarà proiettato in anteprima a Firenze, alle 20.45, in piazza Tasso, 1. Il cortometraggio, coprodotto da Arcigay Firenze insieme a Visions (Milano), per la regia di Dario Picciau, è un omaggio a Richard Grune, artista e testimone dello sterminio degli omosessuali sotto il nazismo.

Le ricerche storiche di Gianfranco Goretti e Tommaso Giartosio hanno invece dato vita al nuovo saggio ‘La città e l’isola – omosessuali al confino nell’Italia fascista’ che, a partire dalle rare testimonianze dirette delle vittime e da fonti d’archivio, dà conto della repressione poliziesca degli omosessuali italiani durante il Ventennio. Il libro, edito da Donzelli, sarà presentato a Trieste, presso la libreria Minerva, domani alle 17.30, e a Bologna, martedì 30, presso l’Arcigay di Bologna, Cassero gay lesian center, in via Don Minzoni, 18.

Sempre le testimonianze di omosessuali italiani, donne e uomini vissuti sotto il regime fascista, al centro di due documentari, ‘Ricordare’ e ‘L’altro ieri’, della regista Gabriella Romano, che saranno proiettati oggi pomeriggio alle 17, ad Aosta, nell’Aula magna dell’Università, in via dei Cappuccini, 2/a.

”Il ricordo delle vittime omosessuali del nazifascismo è purtroppo reso ancora più difficile da un fattore caratteristico – spiega Marco Reglia, responsabile Arcigay delle iniziative per il Giorno della Memoria -. Spesso le stesse famiglie di origine si vergognavano dell’omosessualità dei loro congiunti e nascosero le crudeltà subite”.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.