Dalla rassegna stampa Cinema

«Fuori fuoco», documentario cult girato nell’agosto scorso da Ernaldo Data e Daniele Salaris

Come vivevano le giovani lesbiche israeliane nell’estate del 2006, con la minaccia dei razzi di Hezbollah …

Come vivevano le giovani lesbiche israeliane nell’estate del 2006, con la minaccia dei razzi di Hezbollah e un’aria di guerra e di pericolo più pesante del solito? Com’è stato veramente il World Pride di Gerusalemme, con tutte le religioni ostili, ma un clima di straordinaria e trasversale amicizia nel popolo glbt? E come vive un giovane artista gay palestinese che può essere se stesso soltanto a Tel Aviv, dove può trasformarsi in fascinosa drag queen? Se siete interessati a questi temi, se volete un punto di vista inedito sul conflitto israelo-palestinese e sul dialogo interreligioso, non perdete alle 18 (Museo Diffuso della Resistenza, corso Valdocco 4), «Fuori fuoco», documentario cult girato nell’agosto scorso da Ernaldo Data e Daniele Salaris (produttore esecutivo Paolo Hutter) in Israele. In tre episodi, emerge il confronto tra le diverse identità: etnica, religiosa, di orientamento sessuale e politica. Sullo sfondo, l’attualità di quel particolare momento, la guerra in Libano.
Il film (28’) ha superato la selezione dell’Anteprima Torino Film Festival 2006, classificandosi al secondo posto sulle 140 opere in concorso. Con i registi e il produttore ne discuteranno gli assessori Marta Levi (Comune, Decentramento e Area metropolitana) e Aurora Tesio (Provincia, Pari Opportunità e Relazioni Internazionali), Edoardo Segre (Comunità Ebraica di Torino), Younis Tawfik, Enzo Cucco, Gigi Malaroda. E’ stata annunciata la presenza di alcuni esponenti delle associazioni «Albaiader» (Comunita Palestinese in Piemonte) e Unione Araba di Torino.

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.