Dalla rassegna stampa Cinema

Love Actually – L’amore davvero.

La tesi del film, dichiarata già nel titolo, è che, nonostante le cose terribili che accadono nel mondo, (vedi l’11 settembre) l’amore con le sue mille facce, sia davvero ovunque e guidi il comportamento di tutti noi….

La tesi del film, dichiarata già nel titolo, è che, nonostante le cose terribili che accadono nel mondo, (vedi l’11 settembre) l’amore con le sue mille facce, sia davvero ovunque e guidi il comportamento di tutti noi. Inoltre, se chi ama ha il coraggio di dichiararlo, avrà buone possibilità di avere successo.

Il film si divide idealmente in tre parti. A Londra a cinque settimane dal Natale si intrecciano le vite di molte persone e nascono cosi le diverse storie d’amore . Alla vigilia di Natale tutti si dichiarano alla persona amata. Nell’ultima parte, un mese dopo, all’aeroporto di Heathrow , vediamo tutti i personaggi accoppiati più o meno secondo i loro desideri.

Delle dieci storie ne citiamo solo alcune.

Il primo ministro inglese si innamora di una sua segretaria di umili origini e piuttosto volgare.

Il migliore amico di un ragazzo di colore che si è appena sposato, evita la sposa, dando l’idea di essere innamorato dell’ amico e quindi geloso della ragazza. Lei scopre casualmente che al contrario l’amico la evitava perché era innamorato di lei.

Un uomo rimasto vedovo scopre che il suo bambino soffre, non per la morte della madre, ma perché è innamorato di una compagna di scuola più grande e lo aiuta a dichiararsi.

Un perfetto sfigato è convinto che andando negli Stati Uniti tutte le ragazze cadranno ai suoi piedi, e incredibilmente succederà proprio cosi.

Due controfigure in un porno si innamorano, in modo molto timido e casto, nonostante la situazione.

Un’impiegata trova il coraggio di dichiararsi ad un suo bellissimo collega, ma poi pur essendo ricambiata, preferisce lasciar perdere e continuare a dedicarsi alla cura di suo fratello malato di mente.

La storia che più ci interessa riguarda un vecchio cantante rock, Billy Mack, che dopo una vita di eccessi si ritrova povero e con la sola compagnia del suo manager . Billy cerca di tornare al successo cambiando le parole di una famosa canzone, facendola diventare una canzone natalizia.

Inaspettatamente la canzone ha successo ed è prima nella classifica di Natale. A seguito di questo Billy viene invitato a passare la vigilia di Natale in casa di Elton John. Billy però decide di lasciare la festa e di tornare a casa dal suo manager, dicendogli all’incirca:

“ Durante la festa ho avuto un’illuminazione: Natale è un momento da passare con le persone che ami…eccomi qui con più di cinquant’anni e senza accorgermene ho passato la maggior parte della mia vita con un manager ciccione, e per quanto mi dispiace dirlo, sei tu il fottuto amore della mia vita. Ad essere onesti… siamo stati molto bene insieme.” L’amico, inizialmente stupito gli risponde “dieci minuti con Elton John e sei diventato frocio ? “ ma poi aggiunge “è un onore, mi sento molto orgoglioso”. Quindi in modo molto goffo si abbracciano, facendoci intuire che quella era la prima volta (e forse l’ultima) che si toccavano.

Nella scena finale all’aeroporto vediamo che il manager raggiunge Billy, che è accompagnato da una splendida ragazza.

Si è trattato dunque di una scena d’amore tra persone dello stesso sesso ma eterosessuali. Argomento molto attuale in tema di riconoscimento delle convivenze.

Pascal diceva che il cuore ha delle ragioni che la ragione non intende, noi qui vediamo che l’amore supera anche la barriera dell’orientamento sessuale.

Questo film è stato giustamente giudicato una favoletta furbastra, ruffiana e troppo leccata, bisogna però dire che l’argomento trattato, l’importanza dell’amore, non è banale e ci tocca tutti in profondità anche più di quanto vorremmo e ci rende sciocchi come i personaggi di questo film.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.