Dalla rassegna stampa Cinema

Sinossi del film Not Angels But Angels di Wiktor Grodecki

Vengono intervistati 19 ragazzi, dai 14 ai 19 anni, che si prostituiscono nei dintorni della stazione dei treni di Praga o in club privati…

Vengono intervistati 19 ragazzi, dai 14 ai 19 anni, che si prostituiscono nei dintorni della stazione dei treni di Praga o in club privati. Sembrano tutti molto tristi (soprattutto gli eterosessuali), e indifesi sia nei confronti degli adulti che rispetto alla loro stessa ingenuità ed ignoranza. Qualcuno probabilmente ha anche qualche problema psicologico.
Quasi sempre sono ragazzi scappati di casa, arrivati alla stazione di Praga in cerca di qualche soldo, e lì hanno trovato qualche malintenzionato, che si è offerto di aiutarli.
Qualcuno racconta delle sue esperienze e ricorda la sofferenza del venire penetrati le prime volte. Molti non amano il sesso anale anche se poi tutti lo accettano. I clienti più anziani sono i preferiti, forse perchè fanno richieste meno impegnative.
Le tariffe richieste sono più alte d’estate, con i tanti turisti soprattutto tedeschi e più basse negli altri periodi con i clienti locali. Qualcuno va anche a lavorare nelle città tedesche e ad Amsterdam.
Le loro paure sono le malattie, la solitudine, la miseria, il rischio di non essere pagati o di incontrare clienti sadomasochisti o di venire fermati dalla polizia (spesso non hanno documenti).
Conoscono il pericolo dell’AIDS, ma fanno ragionamenti sconcertanti: uno dice “se un cliente non vuole usare il preservativo deve pagare qualcosa di più” e un altro “io pretendo sempre il preservativo dai clienti locali, ma dai turisti no, loro provengono da Paesi dove ci sono delle efficaci campagne anti-AIDS”.
Riguardo al futuro forse il più sincero è quello che dice ”mi prostituirò fino a quando qualcuno mi vorrà”, altri dicono di sperare in un lavoro normale, ma non sembrano molto convinti. Nessuno vuole lasciare Praga e fare ritorno alla propria famiglia di origine.
Quando non lavorano passano il tempo nelle sale giochi a fumare e a spendere tutto il guadagno.
Pochi hanno un legame affettivo, una ragazza, un amico o un cliente speciale. Uno vorrebbe clienti dolci e romantici. Un altro aspetta il ritorno del suo cliente americano che poi lo porterà con sè negli U.S.A.
Le interviste sono inframmezzate da una serie di bizzarre trovate. Tanta musica classica, immagini di Praga e della sua bella stazione Art Decò contrapposte alla miseria umana che si sta raccontando, gli angeli di pietra che ornano i ponti di Praga più volte riproposti paragonati ai ragazzi, foto porno-pedofile schermate, mostrate assieme a volti di vecchi libidinosi sorridenti con sottofondo di barriti di tromba. Ad un certo punto c’è un mendicante che si denuda e non si capisce cosa centri.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.