Dalla rassegna stampa Cinema

È italiano il primo lungometraggio girato con un cellulare

Si chiama “Nuovi comizi d’amore” ed è stato realizzato con un Nokia N90. Senza nessuna manipolazione in post-produzione

Si chiama “Nuovi comizi d’amore” ed è il primo lungometraggio girato interamente con un cellulare. A realizzarlo due registi italiani, Marcello Mencarini e Barbara Seghezzi. Armati solo di un Nokia N90, per due mesi hanno intervistato circa 700 italiani, nei bar, al mercato, in spiaggia, sui temi dell’amore e del sesso. E senza ricorrere a nessuna manipolazione in post-produzione hanno montato un documentario di 93 minuti.

L’approccio con il videofonino è sicuramente meno invasivo di una telecamera. Il che, considerato il soggetto dell’intervista, sicuramente non guasta. “Utilizzando uno strumento piccolo che appartiene alla routine quotidiana di chiunque, si può stabilire un rapporto più intimo. L’intervista diventa qualcosa di simile a una chiacchierata”, dice Marcello Mencarini.

Naturalmente, il documentario è una sorta di remake-aggiornamento del celebre “Comizi d’Amore”, girato 40 anni fa da Pier Paolo Pasolini. Allora ne usci fuori il ritratto di una società in cui permanevano ancora forti tabù e reticenze in materia di sesso.

A distanza di anni, i due registi hanno chiesto opinioni sulla “prima volta”, l’omosessualità, la gelosia. E tra gli intervistati figurano anche un prete e un transessuale. Il risultato? La società italiana non è cambiata granché. “Quando si parla di sessualità permane una sorta di malizia, accompagnata da tabù e problemi”, spiega Barbara Seghezzi.

L’utilizzo videofonino comporta ancora molti limiti, soprattutto sul versante audio e fotografico. Ma secondo i due autori si tratta di una tecnologia destinata a segnare un punto di svolta nella storia del cinema, grazie alla loro flessibilità ed economicità: “Con la diffusione dei telefoni dotati di telecamera – dice Mencarini – chiunque può realizzare il proprio film”.


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.