Dalla rassegna stampa Cinema

Mtv Movie Awards: "Wedding Crashers" e "Brokeback Moutain" fanno il pieno di secchielli d'oro

Spike Lee è stato premiato con il “Silver Bucket of Excellence” per il suo film “Do the Right Thing”

LOS ANGELES. «Brad e Angelina sono bloccati nel traffico». Così ha scherzato Colin Farrell nell’annunciare la vittoria della coppia più bella del mondo del premio andato alla miglior scena di lotta (per “Mr & Mrs Smith”) degli MTV awards, i premi cinematografici dell’emittente “giovane” americana, che si sono tenuti sabato sera a Los Angeles.
Brad Pitt e Angelina Jolie, che lo scorso 27 maggio hanno avuto una figlia, Shiloh Nouvel, sono ancora in Namibia, dove è avvenuto il parto, e non hanno partecipato al premio ben per altri, ovvi, motivi. Ma la battuta rende l’idea dello spirito goliardico che ha caratterizzato la premiazione di sabato sera.

A vincere il maggior numero di premi è stato il film “Wedding Crashers”, che ha portato a casa tre secchielli dorati di popcorn (la statuetta, infatti rappresenta il cibo preferito del pubblico cinematografico americano). Miglior film, miglior gruppo d’attori (Owen Wilson e Vince Vaughn) e migliore attrice debuttante Isla Fischer. Due statuette sono andate al film “Brokeback Mountain”, di Ang Lee. Miglior bacio (fra Jake Gyllenhaal e Heath Ledger) e migliore prova d’attore, per Jake Gyllenhaal, che presentandosi sul palco per ricevere il premio, si è tenuto a debita distanza dal presentatore Justin Tymberlake, nel timore di dover ripetere l’esperienza del bacio omosessuale. I due secchielli andati alla pluripremiata pellicola, che racconta dell’amore impossibile fra due cowboy, rappresentano una sorpresa per una cerimonia che in genere premia film di cassetta, più adatti al grande pubblico che a raccogliere consensi di critica.

Il premio per il migliore attore di una commedia è andato a Steve Carrell per “40 years old Vergin”, migliore performance sexy per Jessica Alba protagonista di “in City”che ha ringraziato «tutti i pervertiti che hanno votato per me» Christian Bale per “Batman Begins” ha vinto il secchiello di popcorn riservato al “migliore eroe”, miglior “cattivo” è stato eletto Haiden Christensen per il suo Darth Vader in “Guerre stellari: episodio 3”. Jim Carrey ha ottenuto il premio alla carriera e Spike Lee è stato premiato con il “Silver Bucket of Excellence” per il suo ‘Do the Right Thing’, film del 1989 che racconta l’esplosione della violenza e dell’odio razziale in una torrida giornata dell’estate newyorkese. Il premio vinto da Lee è riservato alle pellicole che hanno avuto un impatto duraturo sul pubblico. «La cosa triste – ha detto il regista, nell’unico momento veramente serio della cerimonia – è che il messaggio che ho tentato di far passare nel mio film è valido ancora oggi e allora mi chiedo: che progressi abbiamo fatto?».

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.