Dalla rassegna stampa Cinema

Cina loda regista Ang Lee ma taglia suoi riferimenti a Taiwan

. . ..”Ang Lee è l’orgoglio del popolo cinese in tutto il mondo, ed è la gloria del talento cinematografico cinese”, dice il China Daily. Ma il giornale omette la notizia che “Brokeback Mountain” non arriverà nelle sale cinesi, e potrà essere visto solo su dvd piratati. Il film infatti non ha …

PECHINO (Reuters) – I media cinesi hanno elogiato oggi Ang Lee, regista nato a Taiwan e vincitore dell’Oscar per “Brokeback Mountain”, ma gli organi d’informazione statali hanno tagliato la parte del suo discorso in cui ringrazia tutti a Taiwan, in Cina e a Hong Kong.

Pechino censura tutto ciò che possa suggerire che Taiwan non è sotto la sua sovranità. Hong Kong è tornata alla Cina nel 1997 dopo un lungo periodo di controllo britannico.

“Ang Lee usa il cinese per ringraziare agli Oscar”, si legge sulla prima pagina del Quotidiano della Gioventù di Pechino.

La televisione di stato ha tagliato anche le parole di ringraziamento del regista per i due cowboy gay attorno ai quali il film ruota. L’omosessualità era considerata un disordine mentale in Cina fino al 2001 e rappresenta ancora un tema scabroso.

“Ang Lee è l’orgoglio del popolo cinese in tutto il mondo, ed è la gloria del talento cinematografico cinese”, dice il China Daily.

Ma il giornale omette la notizia che “Brokeback Mountain” non arriverà nelle sale cinesi, e potrà essere visto solo su dvd piratati. Il film infatti non ha avuto l’approvazione del governo per i cinema quest’anno.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.