Dalla rassegna stampa Cinema

LA VERSILIA DELLE TRANS IMMIGRATE NEL DOCUMENTARIO «CACHAÇA»

In 45 minuti le testimonianze dal viaggio verso l’Italia ad una nuova quotidianità

Il video è stato presentato oggi (venerdì 3 marzo) alla stampa a Viareggio

Viareggio – “Cachaça, la Versilia delle trans immigrate” è il titolo del documentario che racconta la realtà della comunità transessuale brasiliana della Versilia. Un progetto, finanziato nell’ambito delle iniziative del Toscana Pride 2004, nato da un’idea di Regina Satariano e dell’associazione L’Altro Volto – Lucca Gay Lesbica, con la regia e il montaggio di Francesca Benvenuti e Ilaria Luperini e musiche originali di Giacomo Vezzani, e promosso dal Movimento Identità Transessuale Toscana in collaborazione con L’altro Volto e il contributo della Provincia di Lucca e della Regione Toscana.

Il documentario è stato presentato oggi, durante una conferenza stampa, a Viareggio, a cui ha partecipato il presidente della Provincia di Lucca Andrea Tagliasacchi, l’assessore al sociale del Comune di Viareggio Rossana Rosso, la referente del M.I.T Regina Satariano, rappresentanti dell’associazione L‘Altro Volto e le registe del documentario.

“Un lavoro importante – ha commentato Tagliasacchi – che racconta una realtà significativa dal punto di vista numerico e radicata nel territorio da molti anni. Come amministrazione provinciale abbiamo contribuito al progetto perché crediamo che, oltre ad essere un documentario di valore, grazie anche alla capacità delle due registe di far parlare le protagoniste, molto debba essere ancora fatto per promuovere lo spirito della legge regionale del novembre 2004 contro le discriminazioni sessuali. La Regione Toscana è stata la prima in Italia a dotarsi di una legge che sancisce l’effettiva parità di diritti con l’obiettivo di consentire a tutti la libera espressione e manifestazione del proprio orientamento sessuale e della dignità di genere nel vivere quotidiano: nel tempo libero, nei luoghi di cura e sul posto di lavoro. Il videoprogetto “Cachaça” vuole essere un piccolo ma significativo contributo proprio in questa direzione”.

Le due giovani registe, Francesca Benvenuti e Ilaria Luperini, sono riuscite, partendo da ore ed ore di girato, a legare assieme una decina di interviste, rivolte ad altrettante ragazze transessuali, in modo da ricostruire, attraverso le loro testimonianze, gli aspetti salienti della loro esperienza di vita: il viaggio dal Brasile all’Italia, le aspettative legate alla Versilia, il rapporto con il proprio corpo, l’incontro-scontro con le istituzioni e con gli italiani. In una parola, il video vuole essere, attraverso la voce delle dirette interessate, il racconto di una quotidianità diversa, spesso complicata, ma non per questo meno interessante.

Al documentario è dedicata una sezione speciale della rivista online “Le Luneleterre” (www.leluneleterre.com) con foto esclusive del backstage delle riprese, immagini j.peg di 15 dipinti ispirati al film, musiche della colonna sonora originale, storyboard e contenuti del video.

Per inquadrare correttamente il fenomeno, il progetto si e avvalso delle competenze di Serenella Pegna, esperta di questioni migratorie e docente di Storia sociale presso la Facoltà di scienze politiche dell’Università di Pisa, al fine di avere un approccio il più possibile “scientifico” alla questione. I componenti del “Gruppo Cachaça” sono Regina Satariano (ideatrice del progetto), Francesca Benvenuti e Ilaria Luperini (regia), Serenella Pegna, Daniele Ferrari, Rosi Lamberti e Fabio Giomi.

da http://www.provincia.lucca.it/

Visualizza contenuti correlati


Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.