Dalla rassegna stampa Cinema

GANDALF VS. HOLLYWOOD

Ian McKellen stigmatizza l’omofobia dello showbiz

Non basta l’enorme successo dei “Segreti Di Brokeback Mountain”: Ian McKellen sostiene che Hollywood sia ancora talmente retrò da rendere quasi impossibile per un attore omosessuale venire allo scoperto.
Ecco le sue parole, pronunciate sabato al Festival di Berlino (dove è stato insignito del premio alla carriera): “L’industria cinematografica è veramente molto antiquata, in California. È molto, molto, molto difficile per un attore statunitense che voglia fare carriera essere onesti sulla propria sessualità. Ed è ancora più difficile per una donna che sia lesbica. Credo che sia una cosa molto penosa. Questo non succede sull’altra costa del continente Americano, a Broadway, dove le persone si sentono libere di essere apertamente sincere”.

Per chi non lo sapesse, e tanto per valutare l’importanza delle sue parole, ricordiamo che Ian McKellen:

è uno degli attori più talentuosi al mondo
è un celeberrimo interprete di Shakespeare a teatro
è diventato famosissimo grazie a “Il Signore Degli Anelli” (in cui interpreta Gandalf) e “X-Men” (Magneto)
Insomma: è probabilmente l’attore apertamente gay più celebre del pianeta.
Questo potrebbe dispiacere agli omofobici, ma è un problema loro.

da MTV.it

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.