Dalla rassegna stampa Cinema

Sharon Stone sexy senza tempo Il ritorno con «Basic Instinct 2»

Le prime immagini del film che uscirà nelle sale il 31 marzo

Rieccola. Bisessuale e assassina più che mai, più che mai pronta a sforbiciare le lunghe gambe da perdizione nelle pose più sconvenienti, Sharon Stone torna ad aizzare fantasie erotiche in Basic Instinct 2 – Risk addiction , sequel (dal 31 marzo sui nostri schermi) del celebre, scandaloso, thriller che nel ’92 fece di lei il più rovente e temibile oggetto di desideri. Ninfomane con l’innocua idiosincrasia per le mutandine o paranoica assassina pronta a a piantare punteruoli di ghiaccio nelle schiene ansimanti dei partner? Il dubbio, lasciato astutamente aperto 13 anni fa dallo sceneggiatore Esztheras, viene ora riacciuffato dallo stesso per proseguire la storia. Ma stavolta, come preannuncia il furbo battage del film, la temperatura si alzerà ben di più, proprio come le gonnelle di ms. Stone. Che, superato l’aneurisma cerebrale che aveva fatto temere per la sua vita e buttato alle ortiche un marito traditore, a 46 anni, età in cui le sue colleghe vengono di solito derubricate da sex symbol a casalinghe spettinate, si è vista proporre uno dei ruoli per cui a Hollywood chiunque avrebbe piantato punteruoli nelle spalle del più stretto dei suoi congiunti. Per di più ricevendo in cambio 12 milioni di dollari e avendo carta bianca su script, scelta del partner (David Morissey), uso delle controfigure (50, una per ogni parte del corpo). E ancora Sharon ha chiesto di sbilanciare in questa seconda parte le tendenze erotiche del suo personaggio, la scrittrice Catherine Tramell, spingendo al massimo il pedale omosessuale. «A una certa età – ha commentato – arriva l’ora di vivere con una mentalità più aperta».

R. S

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.